Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Cerignola "schifata", tutti in piazza contro Gravina. Il patron Grieco: "Contro di noi commesso un crimine"

La decisione di Gravina non va giù ai tifosi, alla società dell'Audace Cerignola e al sindaco Franco Metta

 

Cerignola impugna il documento "a firma monocratica" del presidente Gravina davanti al Collegio di Garanzia del Coni, "che ha detto che dobbiamo essere ripescati e che la riammissione del Bisceglie avviene nel limite delle tre riammissione".  Rivolgendosi a Gravina, il sindaco Franco Metta ha detto: "Facesse tutti i cazzi dei calendari che vuole, ma il diritto del Cerignola non muore".

Sulla stessa lunghezza d'onda il presidente Nicola Grieco: "Ci sono squadre indebitate in serie C, il sistema del calcio è sbagliato. Se questo è il calcio ci mettiamo da parte. Nessuno delle squadre di B e C hanno uno stadio non a norma. Il nostro stadio non esiste. Quelli del Bisceglie, della Paganese e dell'Imolese sono scandalosi. Denuncio un crimine fatto alla nostra città, alla nostra tifoseria e alla nostra amministrazione. Sono schifato. Il calcio non ci merita".

Potrebbe Interessarti

Torna su
FoggiaToday è in caricamento