Il Tar dà ragione al Foggia che scrive a Lega e Figc: "Ora fateci giocare i playout"

In una lettera inviata ai presidenti Mauro Balata e Gabriele Gravina, la società rossonera chiede che vengano fissate subito le date dei playout, alla luce del decreto del Tar

Sono giorni di riflessioni e attesa in casa Foggia. Ma con il ricorso al Tar del Lazio la società rossonera ha sicuramente sorpreso tutti, ottenendo - con la sospensiva cautelare dell'annullamento dei playout - il risultato sperato.

E alla luce del pronunciamento del Tribunale Amministrativo, la società rossonera ora chiede che si passi dalle parole ai fatti, ovvero che si disputino i playout, alla cui partecipazione i satanelli hanno ancora diritto, visto il rinvio della sentenza di secondo grado sul caso Palermo.

Nella giornata di oggi la società rossonera ha provveduto a notificare al Presidente della Lega di Serie B, Mauro Balata, e per conoscenza al Presidente della Figc Gabriele Gravina, una istanza di fissazione immediata dei playout di Serie B.

"Il Tar Lazio - si legge nella lettera - con decreto presidenziale n. 2977/2019, in accoglimento della domanda cautelare presentata dal Foggia Calcio S.r.l., nell’ambito del ricorso R.g. n. 5971/2019, in considerazione del fumus boni iuris e del grave e irreparabile pregiudizio in essa rappresentati e rilevato che “la stagione sportiva è nella fase finale ed è necessario preservare le condizioni sportive ed agonistiche della squadra per sostenere le partite di play out, che non possono avvenire nell’imminenza dei nuovi campionati di calcio”, ha disposto la sospensione dell’efficacia esecutiva del verbale del Consiglio della LNPB del 13 maggio 2019, nella parte in cui l’organo della Lega ha deciso di non dar luogo ai playout per l'individuazione della quarta squadra retrocedenda.

Alla luce dell’odierna pronuncia e dell’obbligo di ottemperanza che da essa ne consegue, il Foggia Calcio S.r.l., posizionatosi quart’ultimo come risulta dal C.U. della Lega n. 161 del 15 maggio 2019, ha il diritto di giocare i playout e, pertanto, formula la presente istanza, domandando l’immediata fissazione del calendario relativo alla disputa delle due gare di playout tra la scrivente e l’Unione Sportiva Salernitana 1919 S.r.l.".

"Riteniamo imprescindibile e legittimo che i preposti organi competenti, nel regolare e doveroso adempimento delle loro funzioni, diano immediata esecuzione al provvedimento giudiziale accogliendo l'istanza del Foggia calcio, al fine di evitare gravi e irreparabili danni, non solo alla scrivente società, ma anche a tutto il sistema calcio e in particolare alla Lega Nazionale di serie B. Ribadiamo la volontà di tutelare gli interessi della società in tutte le competenti sedi al fine di vedere riconosciuti i legittimi e sacrosanti diritti sanciti dalle norme vigenti come applicate dai tribunali competenti", si legge sul sito ufficiale della società.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sangue nel cuore della movida, colpita con i vetri di una bottiglia e sfregiata a vita: arrestata ragazza di 20 anni

  • Coronavirus: la Puglia resta in zona arancione

  • Sua moglie è positiva, lui è in isolamento ma va ugualmente a lavorare: segnalato al 112 e multato dai carabinieri

  • San Marco in Lamis sotto choc, comunità in lutto per Domenico: "Questo maledetto virus gli ha tolto la vita"

  • Grave episodio in zona via Lucera: auto imbrattata con frasi, disegni volgari e sigle contro la polizia

  • Coronavirus: oggi 32 morti in Puglia e 397 nuovi casi in provincia di Foggia

Torna su
FoggiaToday è in caricamento