Domenica, 17 Ottobre 2021
Sport

Caso steward Ambra, Casillo: “A giugno potrei lasciare il Foggia”

La cooperativa del servizio d'ordine non riceve il pagamento da cinque mesi. L'U.s. Foggia denuncia le minacce ricevute, si difende e fa la conta dei danni economici che avrebbero prodotto gli steward

La sconfitta casalinga contro il Barletta ha rimarcato anche i problemi che attanagliano il calcio foggiano. Le dichiarazioni di Antonio Capuano, il rappresentante della cooperativa Ambra che nel corso della conferenza stampa di fine partita ha denunciato i mancati pagamenti da parte dell’U.s. Foggia ai dipendenti del servizio di sicurezza, non sono andate giù al duo Biancofiore - Casillo.

Questa mattina, in una nota a mezzo stampa, la società rossonera ha voluto fare chiarezza. L’U.s. Foggia, dopo aver versato ad inizio anno un anticipo di 5mila euro all’Ambra, ricorda come i pagamenti siano stati sospesi per quantificare i danni causati al Foggia in termini di disservizi dalla cooperativa. La società rossonera ricorda come il tentativo di ingaggiare nuovi steward sia stato stroncato dalle ripetute minacce dei dipendenti Ambra e il danno di circa 10mila euro che le casacche giallo fluorescenti avrebbero causato permettendo l’ingresso gratuito a circa 3mila persone nella gara contro la Cavese.

Nella nota si accennano le presunte minacce verbali e fisiche che i dirigenti del Foggia, nelle persone di Pasquale e Gennaro Casillo, avrebbero ricevuto in questi mesi. La società precisa inoltre che qualora questo stato di tensione si acuisse sempre più, i satanelli sarebbero costretti a giocare le gare a porte chiuse.

Concludiamo, infine, con una dolorosa considerazione: questa società sta provando a creare qualcosa di concreto per i tifosi del Foggia e per i cittadini di Foggia, ma sembra che a qualcuno questo non piaccia. Se questo é il pensiero della città questa società, a giugno, é anche disposta a farsi da parte
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Caso steward Ambra, Casillo: “A giugno potrei lasciare il Foggia”

FoggiaToday è in caricamento