Calcio, a San Severo ok della Prefettura per 100 tifosi ospiti: "Una scelta assurda"

Sono 400 le presenze respinte. La società giallogranata su tutte le furie: "Un provvedimento assunto senza partecipare alla riunione della Commissione sui rischi"

Immagine di repertorio

"Continuiamo a subire l'atteggiamento oscurantista e di basso profilo delle autorità. Scelte che ci impediscono di crescere e vanificano gli sforzi economici che stiamo facendo". Così Dino Marino, Paolo Dell'Erba e tutta la società dell'Usd San Severo calcio stigmatizzano le scelte di Prefetto e Comune di San Severo in proiezione della gara interna col Taranto.

Le disposizioni del Prefetto consentiranno la presenza di soli 100 tifosi tarantini a fronte di altre 400 richieste respinte. Risultato: per protesta non ci saranno neanche i 100 tarantini "ammessi". Di qui le vibranti proteste della società: "Un provvedimento assunto senza partecipare alla riunione della Commissione sui rischi che, ieri, avrebbe dovuto rilasciare il parere sull'agibilità dell'altra tribuna". All'incontro erano presenti Comune, società e vigili del fuoco ma non la prefettura.

"Una scelta assurda se si considerano gli imponenti sforzi logistici e organizzativi messi in campo dalla società giallogranata. Ma non è solo la Prefettura, è anche la miopia del Comune che ci impedisce di usufruire di un'altra tribuna del "Ricciardelli" che potrebbe consentire ad altre 300 persone di assistere alla partita", afferma la società giallogranata. "Ci dispiace per i cugini tarantini e per i tanti tifosi giallogranata che non potranno assistere all'evento. Noi stiamo facendo di tutto per far crescere la squadra”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Altri devono assumersi la responsabilità di queste decisioni non consone all'importanza della partita e del percorso che l'Usd San Severo calcio sta portando avanti. Il Comune di San Severo non solo non è in grado di aiutarci ma contribuisce anche a devastare i nostri sforzi imprenditoriali. Quella di domani doveva essere una partita pro-San Severo: per raccogliere finanziamenti per la squadra, avevamo pensato di consentire l'ingresso alla partita solo dietro pagamento del biglietto e non con gli abbonamenti. Il Comune non finanzia il calcio, anzi lo danneggia". La società giallogranata calcola di aver subito un danno di diverse migliaia di euro. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, ordinanza di Emiliano sulle scuole: da lunedì sospese le lezioni in presenza per le ultime tre classi

  • Coronavirus, l'avanzata dei contagi preoccupa la Puglia: "Si deve uscire solo per lavorare, istruirsi o altre gravi necessità"

  • Ecco la bozza del nuovo Dpcm: bar e ristoranti chiusi alle 18. Stop a palestre e piscine

  • 423 contagiati a Foggia, Landella firma l'ordinanza: vie e piazze della movida "chiuse" dopo le 21 nel fine settimana

  • "Che ore sono?", poi scatta la violenza: in cinque aggrediscono ragazzo in centro. "Togli la mascherina quando parli con noi"

  • E' morto Dario Montagano: l'imprenditore sanseverese trovato senza vita in giardino

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FoggiaToday è in caricamento