Arbitri foggiani nella storia: quattro fischietti regionali accedono al livello nazionale

Carmine Lopriore e Gianluca Roca transitano dall’Eccellenza Pugliese alla Commissione Arbitri Interregionale, e Davide De Ninno e Pasquale Falcone alla Commissione Arbitri Nazionale di Calcio a 5

Pisacreta e Di Paola

Il 2 luglio 2014 è una data che gli arbitri della sezione “A. Formillo” di Foggia difficilmente dimenticheranno. Ieri, infatti, nel corso della consueta conferenza stampa di presentazione dei ruoli arbitrali nazionali per la stagione sportiva 2014/2015, il presidente dell’AIA (Associazione Italiana Arbitri), Marcello Nicchi, insieme ai più alti dirigenti arbitrali nazionali, ha reso note le promozioni e le dismissioni dei fischietti operanti nei massimi campionati calcistici federali.

Foggia può davvero sorridere. I numeri, frutto del lavoro certosino e meticoloso del presidente sezionale Antonello Di Paola - che può giustamente gioire, assieme a tutta la sua squadra, per le soddisfazioni giunte ieri pomeriggio a Roma – parlano chiaro.

La sezione dauna riesce nell’impresa, per la prima volta nella sua ultrasettantennale storia, di portare ben quattro arbitri regionali a livello nazionale: Carmine Lopriore e Gianluca Roca transitano dall’Eccellenza Pugliese alla Commissione Arbitri Interregionale, e Davide De Ninno e Pasquale Falcone accedono alla Commissione Arbitri Nazionale di Calcio a 5.

Ottimi risultati, dunque, per la sezione dauna, che può contare sulle riconferme della punta di diamante Giuseppe Stallone in Serie A e di Diego Roca e Pasquale De Meo in Serie B. Il movimento arbitrale foggiano, che conta oltre 200 associati, rappresenta un punto di riferimento per coloro che credono nello sport come importante strumento di crescita umana e sportiva.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L'attività arbitrale rappresenta una palestra di vita volta alla sana formazione atletica e mentale di ragazzi che vogliono conoscere il mondo dello sport da una prospettiva diversa, caratterizzata da rettitudine ed onestà intellettuale, ma allo stesso tempo stimolante ed avvincente. Sacrificio, dedizione, rispetto delle regole e competenza tecnica: questi i valori degli arbitri di Capitanata che, guidati dal Presidente Di Paola, si apprestano a vivere un’altra stagione al servizio del calcio e dello sport.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Virus più sfuggente, in Puglia "il tracciamento salta" ma il sistema sanitario regge: non si escludono singoli lockdown

  • Covid, verso il nuovo Dpcm: coprifuoco tra le 22 e 23. Rischiano la chiusura parrucchieri, estetisti, cinema e teatro

  • In serata il nuovo Dpcm Conte: stretta sulla movida e ipotesi coprifuoco. A rischio sport dilettantisti, cinema e teatro

  • "Che ore sono?", poi scatta la violenza: in cinque aggrediscono ragazzo in centro. "Togli la mascherina quando parli con noi"

  • Conte firma il nuovo Dpcm: locali chiusi a mezzanotte, feste in casa massimo in sei e quarantena da 14 a 10 giorni

  • Coronavirus, quattro 'zone rosse' e 5 amaranto in Capitanata. Focolai rsa e covid-positivi in più della metà dei comuni

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FoggiaToday è in caricamento