Sabato, 13 Luglio 2024

Canonico punta a far divertire i tifosi. Il mister sull'attaccante: "Conta la mentalità offensiva"

Uno spezzone della conferenza stampa di presentazione di Massimo Brambilla e Domenico Roma, nuovi allenatore e direttore sportivo del Foggia

In venti giorni tutto è cambiato. Dal disimpegno a un nuovo inizio. Così il Foggia 4.0 di Nicola Canonico ripartirà da Massimo Brambilla e Domenico Roma. Nel corso della conferenza stampa di presentazione del nuovo tecnico e del nuovo diesse del Foggia, Domenico Roma, il presidente Canonico ha anche parlato di ciò che è avvenuto nell'acceso e tormentato mese di maggio. Dopo aver ringraziato la sindaca e la Giunta per il ruolo di mediazione durante le trattative per la cessione del club (poi saltata), l'imprenditore di Palo del Colle ha spiegato che cosa lo ha portato a rilanciare il progetto Foggia: "Ho vissuto un periodo della vita in cui succedono cose imponderrabili che preferisco non commentare. Abbiamo preso atto che non c'erano le condizioni per acquisire le quote". A quel punto la scelta da prendere era una: iscrivere la squadra o farla fallire: "Siccome ho sempre garantito che con me difficilmente il Foggia sarebbe fallito, ho iscritto la squadra, con la consapevolezza di avere una piazza così passionale, con tanti tifosi, tanti amici sponsor che non mi hanno mai fatto mancare la loro vicinanza".

Determinante è stato anche il ruolo del figlio e vicepresidente del club rossonero Emanuele: "Mi ha chiesto di continuare questa esperienza. Abbiamo riflettuto con serenità e abbiamo iscritto il club. Una volta che lo iscrivi, fatto salvo lo scirso anno, penso che ci siamo divertiti. C'è l'amaro in bocca di una finale persa, bisogna riprendere con la stessa voglia e determinazione e cercare di far divertire i tifosi". 

Un divertimento che si dovrà costruire attraverso il mercato, che vedrà anche l'arrivo di un attaccante. Sul bomber, però, mister Brambilla non si è sbilanciato troppO: "Non mi focalizzerei solo sulla punta centrale, la squadra deve mettere nelle condizioni gli attaccanti. Tutta la squadra deve avere mentalità propositiva, portare tanti palloni in area, poi l'attaccante dovrà essere preciso, tecnico, di struttura perché in serie C bisogna a volta alzare la palla. Non mi focalizzerei solo sui gol degli attaccanti, i gol dovranno arrivare anche dai centrocampisti, dai quinti, o dalle mezzali se giocheremo a tre in mezzo. Il mio lavoro è quello di dare una mentalità offensiva alla squadra. Poi gli attaccanti ne beneficeranno". 

Sul mercato, a parte la novità Danzi e la conferma sulla trattativa per Lescano, il direttore sportivo Roma non ha dato altre indicazioni, neppure sui calciatori che ha portato lo scorso anno a Messina: "Ci stiamo guardando intorno. Purtroppo il mercato è fatto da più interpreti, sicuramente c'è attenzione su giocatori che ho avuto. Cercheremo di portare giocatori funzionali a quelle che sono richieste e gioco del mister e ai due sistemi di gioco che stiamo sviluppando". 

Video popolari

FoggiaToday è in caricamento