Sport

De Zerbi si presenta: “Non sono qui per fare comparsa, ma per proporre bel calcio”

Di Bari: "De Zerbi e Brescia ci daranno grandi soddisfazioni". Il presidente Verile: "Lasciamo che a parlare sia il campo". Masi: "De Zerbi risponde ai requisiti che cercavamo"

Idee chiare, umiltà ma grande personalità. Roberto De Zerbi si (ri) presenta a Foggia nelle nuove vesti di allenatore. Non sarà più il suo geniale mancino ad illuminare il gioco rossonero, ma saranno le sue idee, il suo modo di pensare calcio (di concerto con il suo collaboratore Giuseppe Brescia, ndr) a guidare il Foggia in questo nuovo percorso quadriennale, che oggi ha ufficialmente inizio.

Una nuova avventura che non ha risparmiato perplessità tra gli addetti ai lavori e i tifosi, che forse si sarebbero aspettati un tecnico più navigato. Perplessità che Di Bari comprende, per una scelta che definisce “forte” e di cui si assume le responsabilità”. “Sono convinto che De Zerbi e Brescia ci daranno grandi soddisfazioni, e ci consentano di disputare un campionato tranquillo, rispettando il nostro programma che resta quadriennale”.

Scurdammoce ‘o passato” recitava una celebre tarantella napoletana degli anni ’40, una frase che ben si sposa con l’atteggiamento mostrato dalla “luce” De Zerbi nella prima apparizione (nelle nuove vesti di allenatore) dinanzi al suo pubblico. “Non voglio utilizzare il credito che ho potuto conquistare come giocatore. Quello che ho fatto sul campo è storia, ma non ha nulla a che fare con il De Zerbi allenatore, per me è iniziata una nuova carriera”, precisa il neotecnico del Foggia che accoglie lo scetticismo diffuso con grande serenità. “So che molte persone hanno dubbi su questa scelta, anch’io se fossi un tifoso del Foggia avrei perplessità, ma conosco Foggia, e non sono venuto qui per fare la comparsa o per bruciarmi. Entro in punta di piedi, con grande umiltà ma anche con la personalità che mi contraddistingue”.

De Zerbi ha affrontato anche le questioni tecniche, glissando però sui nomi: ”Come tutti gli allenatori, al di là dell’esperienza che possano aver maturato, anch’io ho chiesto garanzie sulla rosa, che vorrei fosse competitiva, e che risponda agli obiettivi della società. Non posso assicurare i risultati, perché sono sempre figli di tante situazioni, ma sull’impegno e sulla voglia di fare gioco, sì. Cercherò di trasmettere la mia personalità”.

Piccoli cenni di tattica sulla sua idea di calcio: “Sono uno che si adatta alle caratteristiche dei giocatori. Lo scorso anno ho ereditato una squadra in corsa, e ho cambiato modulo spesso. Ma per il mio modo di vedere il calcio, mi piacerebbe schierare i giocatori con il 4-3-3. Voglio una squadra in grado di imporre il proprio gioco sempre, indipendentemente dall’avversario. Conosco la piazza, il pubblico foggiano è abituato a vedere il bel calcio, ed è quello che cercherò di proporre”.

Nel Foggia condotto dal duo De Zerbi-Brescia ci saranno ancora Narciso e Cavallaro, il cui rinnovo è stato annunciato dal presidente onorario Franco Lo Campo. Quasi chiusa anche la trattativa con Gigliotti, mentre filtra ottimismo sul rinnovo di Giglio.

Soddisfatto il presidente Verile, che spiega la scelta di De Zerbi come il frutto di una decisione corale, di tutta la società che ha appoggiato il lavoro di Di Bari. “De Zerbi ci ha fatto un’ottima impressione. E’ un ragazzo preparato, che possiede anche un pizzico di presunzione tipica dei grandi allenatori. Diremmo una bugia se parlassimo di lui come un allenatore di esperienza, ma ci sono tanti tecnici emergenti (da Montella a Corini), che hanno fatto bene alla prima esperienza. Lasciamo che a parlare sia il campo, quindi aspettiamo prima di giudicare”, ha sottolineato.

Gli fa eco Sario Masi che conferma l’appoggio a Di Bari, il cui lavoro nell’ultimo biennio basta e avanza per garantirgli la fiducia della società. “De Zerbi risponde ai requisiti che cercavamo. Siamo sicuri che con lui riusciremo a costruire una squadra competitiva, che disputi un campionato tranquillo ma che mantenga la mentalità vincente”. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

De Zerbi si presenta: “Non sono qui per fare comparsa, ma per proporre bel calcio”

FoggiaToday è in caricamento