Sport Carmine Nuovo / Viale Ofanto

Le pagelle di Foggia - Taranto

Farias conferma il suo ottimo momento di forma. Positivo il rientro in porta di Ivanov. Male Burrai, in crescita Laribi. Insigne si sveglia tardi.

Le pagelle di Foggia - Taranto

Ivanov 6,5: Preferito a Santarelli, è verosimilmente il più positivo dei suoi; dopo un minuto è costretto ad uscire per anticipare Sy lanciato a rete, poi respinge di piede una conclusione di Rantier al 37' del primo tempo.
Caccetta 5,5: Zeman lo toglie dalla naftalina preferendolo al capitano Candrina. Nonostante gli evidenti limiti tecnici, si impegna lungo la propria corsia, ma senza grandi risultati.
Romagnoli 6: giganteggia al centro concedendo assai poco al centravanti Girardi. Soffre un po' di più il dinamismo di Sy riuscendo a prendergli le misure con il passare dei minuti. Rischia grosso per un contatto in area con l'attaccante francese che, per sua fortuna, l'arbitro non giudica falloso.
Torta 6: ordinaria amministrazione per il centrale rossonero. Poche sofferenze anche per demerito degli avanti avversari
Vasco Regini 5,5: una prestazione sottotono che però non inficia sul giudizio della sua grande stagione. La stanchezza, il caldo e i ritmi blandi ne limitano le scorribande.
Kone 6: un po' arruffone, però con i suoi inserimenti senza palla è uno dei più pericolosi. Continua a correre anche quando gli altri hanno ormai smesso di farlo.
Burrai 5: riproposto nella sua posizione di regista basso offre una prestazione davvero poco convincente. Non determina mai il cambio di ritmo, lui che ha le chiavi del gioco rossonero in mano; si fa ammonire ancora una volta per delle scaramucce con Sy.
Laribi 6,5: in crescita rispetto alle ultime grigie prestazioni. Sfiora il gol con un destro a giro in chiusura di primo tempo e offre il suo contributo anche in fase di non possesso.
Farias 6,5: conferma il suo gran momento mettendo di sovente in crisi i suoi dirimpettai. Colpisce un palo clamoroso calciando al volo sugli sviluppi di un cross di Insigne. Si spegne lentamente nella ripresa fino alla sostituzione.
Sau 6: cartucce bagnate per il bomber rossonero, ma tanta corsa e spirito di sacrificio. Il suo futuro è in dubbio ma trattenerlo sarebbe un grosso colpo di mercato.
Insigne 6: come gli capita da qualche settimana, entra in campo svogliato e decide di salire in cattedra dopo mezz'ora di relax non richiesto. Tira fuori dal cilindro una magia con un destro alla Del Piero che si stampa sulla traversa. Nel secondo tempo è l'unico che si propone al tiro ma conferma la scarsa confidenza con il gol manifestata nelle ultime settimane.
Varga 5: entra al posto di Farias, e quello è l'unico momento in cui lo si nota. Evanescente.
Agodirin 5,5: Zeman lo posiziona al centro dell'attacco in luogo di Sau. Il suo ruolo è un altro e si vede, a sua parziale giustificazione il fatto che la partita ormai non avesse più nulla da dire.
All. Zeman voto 9: voto di stima per un allenatore che ha saputo rimettersi in discussione nella città dove prese il volo la sua carriera. Ha portato al sesto posto una squadra costruita in fretta e furia composta peraltro da giocatori giovanissimi, molti dei quali alla prima esperienza in un campionato professionistico. Soprassedendo sulle questioni arbitrali che hanno comunque avuto il loro peso, confidiamo tutti che, con i giusti innesti e una squadra a disposizione già dal primo giorno di preparazione precampionato, il tecnico boemo sarà in grado di regalare ai tifosi rossoneri nuovi momenti di gloria.   
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Le pagelle di Foggia - Taranto

FoggiaToday è in caricamento