Domenica, 26 Settembre 2021
Sport

Olimpiadi di Tokyo, Martina Criscio fuori al primo assalto: mercoledì torna in pedana Samele

La ventisettenne atleta foggiana in forza al Centro Sportivo Esercito è stata infatti eliminata nel tabellone delle 32 dalla sudcoreana Jisu Yoon col punteggio di 15-11 chiudendo al 24° posto. Mercoledì parte la caccia alla terza medaglia olimpica per l'atleta delle Fiamme Gialle

Dopo lo splendido argento conquistato sabato scorso nell’individuale, lo sciabolatore pugliese Luigi Samele torna in pedana mercoledì 28 luglio nella gara a squadre.

L’atleta foggiano in forza alle Fiamme Gialle, che ieri ha compiuto 34 anni, è a caccia della terza medaglia olimpica della sua carriera: nel 2012 a Londra fu infatti grande protagonista proprio nella prova a squadre, culminata con la medaglia di bronzo. Assieme a lui scenderanno in pedana anche Enrico Berrè (settimo nell’individuale), Luca Curatoli (17° ma migliore degli Azzurri in base al ranking) ed il veterano Aldo Montano, alla sua quinta Olimpiade.

Il programma alla Makuhari Messe Hall si aprirà alle 10.00 del mattino (le 3.00 in Italia) con il turno preliminare fra i padroni di casa del Giappone e l’Egitto, ottavo nel ranking. Nei quarti di finale, che scatteranno alle 11.25 locali (le 4.25 in Italia) gli Azzurri se la vedranno con l’Iran di Mojtaba Abedini, Alì Pakdaman e Mohammad Rahbari (già sconfitto da Samele nell’individuale). In caso di passaggio del turno, alle 13.40 locali (6.40 italiane) affronterebbero in semifinale la vincente della sfida tra Stati Uniti e Ungheria. Le squadre eliminate nei quarti invece parteciperanno, a partire dalle 12.45 (5.45 in Italia), al tabellone di consolazione: le finali per il 5°/6° posto ed il 7°/8° posto sono in programma alle 14.30 (7.30 in Italia); la finale per la medaglia di bronzo alle 18.30 (11.30 in Italia); la finale con in palio il metallo più ambito, infine, si disputa alle 19.30 ora di Tokyo (le 12.30 in Italia). Gli abbinamenti nella parte alta del tabellone vedono nei quarti la Corea del Sud contro la vincente del turno preliminare Giappone-Egitto e la Germania con la squadra del Comitato Olimpico russo.

CRISCIO FUORI AL PRIMO TURNO - Esce di scena al primo assalto la sciabolatrice pugliese Martina Criscio nella prova di sciabola individuale femminile valida per i Giochi Olimpici in corso di svolgimento a Tokyo.

La ventisettenne atleta foggiana in forza al Centro Sportivo Esercito è stata infatti eliminata nel tabellone delle 32 dalla sudcoreana Jisu Yoon col punteggio di 15-11 chiudendo al 24° posto. Poca fortuna anche per le altre due azzurre in gara, penalizzate anch’esse da un tabellone poco propizio: 23° posto per Rossella Gregorio che ha pescato la russa Sofia Podzniakova, poi vincitrice della gara, impostasi per 15-12 mentre Irene Vecchi, superato per 15-11 il primo ostacolo rappresentato dalla francese Charlotte Lembach, si è fermata nel turno successivo sempre sul 15-12 con l’altra russa Sofia Velikaya, a sua volta medaglia d’argento, ed ha dunque chiuso al dodicesimo posto. L’oro, come detto, è andato alla Pozdniakova che ha sconfitto la Velikaya per 15-11 mentre il bronzo è andato alla francese Manon Brunet, impostasi per 15-8 sull’ungherese Anna Marton nella finale di consolazione. Le Azzurre di sciabola torneranno in pedana sabato 31 luglio per la prova a squadre: oltre a Martina Criscio, Rossella Gregorio ed Irene Vecchi ci sarà anche Michela Battiston, friulana di nascita ma che si allena a Foggia presso il Circolo Schermistico Dauno.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Olimpiadi di Tokyo, Martina Criscio fuori al primo assalto: mercoledì torna in pedana Samele

FoggiaToday è in caricamento