Sport

Revoca mutualità, il Tribunale Federale accoglie la richiesta di sospensiva del Foggia calcio

Il Tribunale ha accolto l'istanza cautelare di sospensiva. La decisione definitiva verrà presa il prossimo 6 luglio, ma intanto la società non dovrà restituire la parte già incassata e può ancora sperare di incassare quella negatale dall'Assemblea di Lega B

Restano ore di angoscia in casa Foggia, nell'attesa che il Tribunale Federale si pronunci in merito alla richiesta della Procura di retrocessione in Serie C della società rossonera.

Intanto, però, arriva una buona notizia, sempre dal Tribunale Federale, sulla mutualità. Il Tribunale, presieduto dal dott. Cesare Mastrocola, ha accolta l'istanza cautelare di sospensiva, formulata dal Commissario Giudiziale Giannetti. In merito al ricorso, si pronuncerà in maniera definitiva il prossimo 6 luglio

Ciò vuol dire che, almeno fino al 6 luglio, il Foggia non dovrà restiture la somma già incassata sulla mutualità alla Lega (poco più di un milione), mentre la restante parte (circa 2 milioni) resta congelata.

Come si legge nella nota ufficiale del Tribunale Federale Nazionale "ritenuto che ad una sommaria delibazione del ricorso, propria di questa fase cautelare, anche alla luce della memoria depositata da controparte, lo stesso non appare destituito di fumus boni iuris; ritenuto che sotto il profilo del danno grave e irreparabile, nella comparazione degli opposti interessi appare prevalente quello della Società ricorrente, P.Q.M. Il Tribunale Federale Nazionale, Sezione Disciplinare, interinalmente pronunciando sulla succitata istanza cautelare di sospensiva, la accoglie e, per l’effetto, sospende gli atti impugnati".

Come si ricorda, il ricorso fa riferimento al provvedimento adottato durante l'Assemblea di Lega B dello scorso 5 giugno, che escluse il Foggia dalla ripartizione dei contributi di mutualità. La decisione arrivò a causa del mancato versamento entro il 22 gennaio della fideiussione (bloccata dopo l'arresto di Fedele Sannella) a garanzia dello sforamento del tetto salariale per il mercato invernale. La fideiussione fu poi versata nel mese di maggio, circostanza che, malgrado il Foggia non avesse mai ritardato un pagamento, ha indotto 13 club di serie B (su 21 totali) a votare a favore dell'esclusione del Foggia.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Revoca mutualità, il Tribunale Federale accoglie la richiesta di sospensiva del Foggia calcio

FoggiaToday è in caricamento