Blitz rossonero in Sicilia. Messina travolto 3-0

Seconda vittoria per i rossoneri ottenuta dominando per l'intero match. Apre Giglio al 18' del primo tempo, nella ripresa Licata piega definitivamente i padroni di casa, che subiscono nel finale anche il sigillo di Zizzari

Se qualcuno si aspettava una prova di forza, che confermasse le buone indicazioni che la sfida contro il Martina aveva prodotto e che desse credito ad una vittoria tutt’altro che scontata, dopo la gara di Messina non sarà rimasto insoddisfatto.

Perché a rendere esaltante la vittoria in terra sicula, non è tanto il punteggio comunque netto e pesante, quanto il modo con cui esso si è generato. Con una prova di grande qualità, di forza sotto il profilo mentale e tecnico-tattico.

La squadra di Padalino è stata capace di vincere in tutto, a cominciare dalla sfida a distanza tra i due bomber Giglio e Corona. L’attaccante rossonero è l’elemento che fotografa alla perfezione il cambio di marcia dei rossoneri. Il suo terzo gol in 2 partite, conferma che il momentaccio è alle spalle.

Interessante è notare l’atteggiamento dei rossoneri, che sprezzanti del campo nemico e di un avversario dagli elementi importanti, cercano sin dalle prime battute di imporre i propri ritmi, e di schiacciare gli avversari nella propria metà campo. Le intenzioni trovano presto il conforto dei fatti. La squadra di Padalino si muove compatta, mantenendo distanze strette tra le linee, in un 3-4-3 interpretato magistralmente dai calciatori.

Sono soprattutto i tre attaccanti a far vedere cose interessanti, con i movimenti in orizzontale di Giglio, le accelerazioni e i dribbling di Cavallaro, e le penetrazioni centrali di Venitucci, protagonista di un primo tempo molto positivo. Apprezzabile anche il lavoro degli esterni, di Agostinone che va anche vicino al gol in chiusura di tempo con una sassata dalla distanza, e lo sfortunato Grea, che nel secondo tempo subirà un colpo al fianco, che lo costringerà ad abbandonare il campo e a subire il ricovero in ospedale.

Il gol di Giglio giunge sugli sviluppi di un corner calciato da Cavallaro, e “aggiustato” dalla deviazione di Agnelli. Il resto lo fa la punta con una deviazione da autentico rapinatore d’area. Il Messina? non pervenuto. Se non fosse per alcuni interventi di ordinaria amministrazione, i guantoni di Narciso avrebbero ancora il classico profumo di nuovo.

SECONDO TEMPO – L’infortunio di Grea, costringe subito Padalino ad un cambio. L’inserimento di Licata, con conseguente slittamento a destra di Agostinone, porta frutti, dopo 20’. L’esterno è bravo a girare in rete di forza, sugli sviluppi di un corner. Da parte dei padroni di casa, solo un break, con l’occasione del pari di Guerriera al 9’, che buca centralmente la difesa rossonera e sfiora la traversa, in quello che di fatto è l’unica vera disattenzione della retroguardia.

MESSINA-FOGGIA 0 A 3: LE PAGELLE

L’ingresso di D’Allocco al posto di Venitucci, serve ad imbottire il centrocampo con un corridore in più, utile per contenere il ritorno dei padroni di casa. Il tecnico messinese Catalano sceglie Guadalupi, Buongiorno e Bolzan, aumentando il peso offensivo nel tentativo di rimettere in piedi il match. Non ci riuscirà, nemmeno negli ultimi minuti, in cui il Foggia concederà qualche chance ai padroni di casa. Narciso ha modo di guadagnare un buon voto negando la rete in un minuto, prima a Guadalupi, poi all’ex Ignoffo.

Ci sarà anzi il tempo per il primo gol di Zizzari, subentrato a Cavallaro, che forse determina l’inizio di una nuova rinascita, un’ulteriore risorsa per questo Foggia che ora comincia a piacere parecchio.

Tabellino

MESSINA: Iuliano, Silvestri (12’st Buongiorno), Ignoffo, Cucinotta, Quintoni (27’st Bolzan), Bucolo, Guerriera, Piovi (4’st Guadalupi), Parachì, Corona, Lasagna. Panchina: Mangini, Simonetti, Gherardi, Scoponi. All. Catalano

FOGGIA: Narciso; Loiacono, D’Angelo, Pambianchi; Grea (4’st Licata), Quinto, Agnelli, Agostinone; Venitucci (16’st D’Allocco), Giglio, Cavallaro (30’st Zizzari). Panchina: Monaco, Savarise, Sciannamè, Leonetti. All. Padalino

ARBITRO: Ceccarelli di Rimini

MARCATORI: 18’pt Giglio, 25’st Licata, 49’st Zizzari

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

AMMONITI: Corona (M), Guerriera (M), Parachì (M), Silvestri (M), Ignoffo (M), Cucinotta (M), Narciso (F), Giglio (F)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Virus più sfuggente, in Puglia "il tracciamento salta" ma il sistema sanitario regge: non si escludono singoli lockdown

  • Covid, verso il nuovo Dpcm: coprifuoco tra le 22 e 23. Rischiano la chiusura parrucchieri, estetisti, cinema e teatro

  • "Che ore sono?", poi scatta la violenza: in cinque aggrediscono ragazzo in centro. "Togli la mascherina quando parli con noi"

  • In serata il nuovo Dpcm Conte: stretta sulla movida e ipotesi coprifuoco. A rischio sport dilettantisti, cinema e teatro

  • Coronavirus, quattro 'zone rosse' e 5 amaranto in Capitanata. Focolai rsa e covid-positivi in più della metà dei comuni

  • Coronavirus: sfondata quota 350 contagiati in un giorno in Puglia. I nuovi positivi in Capitanata sono 89

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FoggiaToday è in caricamento