Martedì, 19 Ottobre 2021
Sport Manfredonia

La Porta-Gentile, il Manfredonia piega anche il Gelbison: 2 a 0

Per i ragazzi di mister Vadacca è la seconda vittoria in casa dopo quella ottenuta contro la Puteolana

La Porta inventa, Claudio Gentile rifinisce. Un gol per tempo ed il Manfredonia coglie il secondo successo di fila davanti ai propri tifosi. Prima la Puteolana, oggi il Gelbison. Spavaldi i giovani di mister Vadacca, dopo la sconfitta al fotofinish rimediata sette giorni fa nel derby con il Bisceglie, i bianco-celeste ripartono nel migliore dei modi, con un successo.

Tre punti in classifica ed aggancio proprio al rivale di oggi, quel Gelbison vera e propria rivelazione di inizio stagione. I sipontini partono con il piede pigiato sull’acceleratore, poi vengono prese le dovute misure, sino a quando La Porta non illumina il Miramare con una gran conclusione. Il Gelbison accusa il colpo, sfiora il pari in chiusura di primo tempo, ma ad inizio ripresa arriva il raddoppio di Claudio Gentile che “taglia” letteralmente le gambe a Varriale e soci.

Ma veniamo alla cronaca. L’avvio di gara è di marca Manfredonia, trascorrono appena trentacinque secondi e gli uomini di Vadacca si rendono pericolosi dalle parti di Spicuzza, riesce a salvarsi in angolo la formazione campana. Al 6’ ci prova Antonio Gentile, si salva la difesa del Gelbison. Rispondono gli ospiti, al 12’ scambio Monzo – Sorrentino, quest’ultimo va alla tiro, il suo destro sfiora l’incrocio dei pali alla sinistra di Addario. La gara è veloce e piacevole, al 30’ è ancora l’undici campano ad affacciarsi dalla parti dell’estremo difensore sipontino, destro impreciso da parte di Monzo.

La gara non si sblocca, serve un’invenzione, detto, fatto, La Porta pesca dal cilindro una conclusione dai 25’ metri che lascia di stucco tutti, Spicuzza compreso. Esplode il Miramare. I rossoblù faticano a rientrare in gara, rialzano la testa a pochi minuti dall’intervallo e sfiorano anche il pareggio. Tutto parte dagli sugli sviluppi di un corner, serie di batti e ribatti, prima un difensore sipintino, poi una conclusione ravvicinata da parte di un calciatore campano esalta le doti tecniche di Addario.

La porta resta chiusa a tripla mandata, il primo tempo si chiude con i sipontini in vantaggio per 1-0. Nella ripresa, pronti, via, e il raddoppio è servito. La Porta semina il panico e calcia, Spicuzza respinge, il pallone però rimane all’interno dell’area di rigore, dalle retrovie arriva Claudio Gentile che con un perfetto piattone sigla il raddoppio. E’ il gol che in pratica chiude la gara, il Gelbison non riesca a reagire, anzi, nel finale Sorrentino nel giro di pochi minuti si fa espellere. Il Manfredonia non corre particolari rischi, A Ricucci viene annullato un gol per off side, da rivedere la posizione del sipontino, Addario fa lavoro di ordinaria amministrazione, al triplice fischio finale sugli spalti e in campo è festa. Ora testa al prossimo avversario, la Scafatese.
 

MANFREDONIA - GELBISON 2-0

MANFREDONIA: Addario, Palumbo, Rizzi, Gentile C., Fiore, Coccia, Basta, Gentile, Del Prete (46’ st Simonetti), La Porta, Molenda (10’ st Ricucci). Allenatore: Massimiliano Vadacca.

GELBISON: Spicuzza, Gala, Consiglio, Manzillo (22’ st Santonicola), Cacace, Criscuolo  (7’st Sica), Iorio, Tricarico, Varriale, Sorrentino, Monzo (7’ st Marchesano). Allenatore: Pasquale Logarzo.

Arbitro: Rossetti di Ancona.

Reti: Al 33’ pt La Porta, al 4’ st Gentile C.

Note: Espulso al 46’ Sorrentino per fallo di reazione. Ammoniti: Palumbo, Del Prete, La Porta, Gala, Cacace, Sica. Angoli: 4- Rec. 2’ e 5’.

 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Porta-Gentile, il Manfredonia piega anche il Gelbison: 2 a 0

FoggiaToday è in caricamento