Lupa Castelli Romani-Foggia 0-4, le pagelle: super Iemmello, Agnelli in ripresa

Con i suoi primi due gol lontano dallo Zaccheria il “Re” è l’assoluto protagonista della vittoria di Rieti. Grande prestazione anche del capitano, che apre le marcature e mette a referto anche un assist

Pietro Iemmello (ph. Roberto D'Agostino)

Quarto risultato utile consecutivo per il Foggia di De Zerbi, che a Rieti coglie la prima vittoria esterna con un secco 4-0, una replica di quanto visto domenica scorsa allo Zaccheria nel derby contro il Lecce. Un’altra grande prestazione dei rossoneri, che archiviano la pratica Castelli Romani già nel primo parziale chiuso sul 3-0. Mattatore Pietro Iemmello, autore di due gol e un assist per la prima rete siglata da capitan Agnelli, al secondo sigillo consecutivo. Un’altra prova che testimonia la ripresa del Foggia, dopo un inizio da dimenticare. La classifica comincia a destare sorrisi e positività, e sabato prossimo c’è un altro atteso derby contro la Fidelis.

Le pagelle

FOGGIA (4-3-3) Narciso 6,5; Angelo 7 Loiacono 6,5 (32’st De Giosa s.v.) Gigliotti 6,5 Di Chiara 7; Agnelli 7,5 (21’st Riverola 6) Coletti 6,5 Gerbo 7; Sarno 7 Iemmello 8 Floriano 6,5 (16’st Sainz Maza 6,5). A disposizione: Micale, Agostinone, D’Allocco, Lodesani, Bollino, Viola, Sicurella, Tarolli. All. De Zerbi 7,5

Narciso 6,5 – Due interventi con coefficiente di difficoltà medio-alto. Carta lo stuzzica su punizione, Siclari ne testa i riflessi. Risponde presente.

Angelo 7 – Lo scambio prolungato nel primo tempo con Sarno fa sorridere, dopo le prime gare in cui il fantasista un po’ (eufemismo) lo ignorava. Attaccante aggiunto sulla fascia che percorre con qualità e sostanza. C’è pure il cross per Iemmello, così bello e facile da trasformare, che la punta la appoggia in rete di petto.

Loiacono 6,5 – Becca un giallo a metà primo tempo, ma non ne risente. Ennesima prova di maturità (32’st De Giosa s.v.)

Gigliotti 6,5 – Non ha occasioni per segnare su punizione, ma tant’è. Nessuna escursione in avanti, si limita al suo mestiere ordinario.

Di Chiara 7 – La migliore prova in fase offensiva. Si propone e i compagni lo cercano. Un cross per poco non apre le porte al gol del vantaggio, che arriverà poco dopo. Lieta sorpresa.

Agnelli 7,5 – Sta percorrendo a passo sostenuto la via del recupero. Torna ad attaccare gli spazi come solo lui sa fare, perfetto nei raddoppi di marcatura, e poi c’è il lancio da regista puro. E Iemmello ringrazia (21’st Riverola 6 – Poco meno di mezz’ora, per fare accademia e tenere palla. Arriverà anche il suo turno).

Coletti 6,5 – Conferma quanto evidenziato nel derby. Meno palleggiatore di Quinto ma più bloccato come schermo davanti alla difesa. Prezioso il suo lavoro di pressing quando la Lupa penetra nella trequarti rossonera.

Gerbo 7 – Indemoniato. Status appropriato per un Satanello. Aggredisce con una costanza incredibile, ed è altrettanto scioccante il modo in cui si trasforma da sciabolatore a fiorettista. Uomo in più di questo Foggia.

Sarno 7 – Dialoga con Sarno, lanciandolo appena può. Bravo nella gestione dei tempi della giocata: sa alternare il palleggio alle improvvise verticalizzazioni quando trova lo spazio giusto. Gli manca solo il gol, ma la sua è una prova maiuscola. E l’intesa con i due compari d’attacco è ancora da affinare.

Iemmello 8 – Se si vuol giocare con tanti elementi di qualità, proponendo un calcio offensivo, gli attaccanti devono essere i primi a difendere e aggredire in fase di non possesso. Lo richiede il calcio moderno. Lui lo fa, e il gol di Agnelli parte da una sua palla rubata. Spacca la porta ben imbeccato da Agnelli, e poi ringrazia Angelo con un gol facile facile. Siamo a quota 4 in campionato. Not bad.

Floriano 6,5 – Tassi gli dice no, sarebbe stata la seconda rete in meno di una settimana. Peccato. Gioca bene, si cerca con i compagni, pur essendo nel complesso meno presente nel gioco di squadra. La condizione non è ancora al top, e infatti De Zerbi gli risparmia l’ultima mezz’ora (16’st Sainz Maza 6,5 – Ha voglia di riscatto, tutta concentrata su quel violento sinistro con cui trafigge il povero Tassi).

De Zerbi 7,5 – Un Foggia più maturo, più versatile e terribilmente spettacolare. Una squadra che sa far gol in modi diversi, su ripartenza, o costruendo dalla propria metà campo. Bravo anche nella gestione dei cambi, è importante tenere tutti in considerazione. 10 punti nelle ultime 4 gare. E alcuni giocatori devono ancora entrare in condizione.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Blitz antimafia a Foggia. Smantellato traffico di droga: 16 arresti, tra cui uomini della 'Società'

  • Smantellata organizzazione mafiosa: 48 arresti nel blitz 'Gran Carro', misure cautelari anche in provincia di Foggia

  • La 'Società Foggiana' messa spalle al muro: 16 arresti. Duro colpo al narcotraffico della rete criminale del 'Primitivo'

  • Coronavirus, altri 13 morti in Puglia: i nuovi contagi sono 772

  • Attimi di terrore sulla A16: conflitto a fuoco tra polizia e ladri all'altezza di Candela

  • Coronavirus, l'infezione circola in 53 comuni foggiani: salgono a otto le 'zone rosse'. Covid-free nove comuni

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FoggiaToday è in caricamento