Pino Autunno: “Io interessato al Foggia Calcio? Non faccio nozze con i fichi secchi”

L'ex team manager del Foggia di Casillo chiarisce le voci circa un suo presunto ritorno nel club rossonero e replica alle smentite del presidente Verile e dell'avv. Luigi Miccoli

Pino Autunno

Le smentite del presidente del Foggia Calcio sulla pagina ufficiale del sito della società rossonera (“Il Presidente del Foggia Calcio, Fabio Verile, smentisce in maniera categorica di aver mai visto e contattato il signor Pino Autunno al fine del conferimento di qualsivoglia incarico all’interno della società rossonera. In tal senso, le notizie pubblicate da alcuni organi di stampa, sono da ritenersi prive di ogni fondamento”) e il post dell’avv. Luigi Miccoli su Facebook (“AUTUNNO Team manager del Foggia: si! Ai tempi di Casillo! 
La notizia è  infondata e priva di qualsiasi barlume di verità. Non è mai stato considerato. Quanto innanzi è da intendersi in linea con i desiderata Miccoli, Lo Campo e Pelusi”), hanno spinto Pino Autunno a fare chiarezza sulle voci circolate su alcuni organi di stampa circa un suo presunto ritorno nel club rossonero in qualità di team manager.

PINO AUTUNNO. "Lo confesso: per un istante mi son sentito “scomodo”.  Oltre che “indesiderato”.  Sinceramente non pensavo che il mio nome potesse meritare tanta attenzione da parte di qualcuno all’interno del Foggia Calcio. Al punto da richiedere una intempestiva smentita ufficiale, arrivata per bocca del suo presidente Fabio Verile, in merito ad una mia presunta rentrée nel ruolo di team manager del club rossonero, così come riportato da qualche organo di informazione lo scorso fine settimana.

MAI NESSUN CONTATTO. Chiariamoci subito, a scanso di equivoci: tutto vero, non ho mai avuto alcun contatto con chicchessia dell’attuale entourage societario. Né ho mai pensato di tornare sul luogo del delitto, dopo che quattro estati fa fui ingiustamente estromesso (così come ha poi sancito il giudice della sezione Lavoro del Tribunale di Foggia) da colui che, per rispetto del suo passato (e non certo del suo presente!) preferisco non citare, ricordandolo tutt’al più come l’anima nera del calcio foggiano.

IL PASSATO IN ROSSONERO. Non c’è assolutamente bisogno che ricordi, a chi oggi governa il Foggia, quale é stato il mio percorso in seno al club rossonero, che ho servito con senso del dovere per circa un ventennio sempre in prima linea, sacrificando tutto, affetti familiari compresi. A parlare è il mio background professionale che, sarà pure un caso, è coinciso con la parentesi più significativa dei novanta anni di storia rossonera.

EMOZIONE E DISPIACERE. Ormai però da qualche tempo il Foggia per me é tornato ad essere quello che è stato fino alla fine degli anni ottanta:  un grande amore, e niente più. Che resiste, a dispetto di tutto, e che è destinato a non sfiorire mai. Comprenderete allora tutta la mia sorpresa ed emozione nel vedere nei giorni scorsi il mio nome riaccostato al Foggia Calcio. Emozione, che però è stata subito spazzata via dalla successiva precisazione del sito ufficiale della società che, quasi a voler rassicurare urbi et orbi, in tutta fretta mi ha cestinato.

CADUTA DI STILE. Allora agli amici del Foggia Calcio, che inavvertitamente hanno riaperto in me una ferita mai del tutto rimarginata, dico che probabilmente con un briciolo di accortezza e sensibilità in più si sarebbe potuto evitare questa inutile e dannosa caduta di stile. Che rende inevitabile la mia doverosa replica indirizzata soprattutto a chi non sa quello che dice (perché é neofita del mondo del calcio) e, fatto ancora più grave, non sa quello che fa (mi scusi, sig. Luigi Miccoli, ma quell’apprezzamento su FB riferito ai miei trascorsi avrebbe potuto risparmiarselo: o forse Le devo rammentare che Lei oggi é un dirigente del Foggia Calcio e come tale dovrebbe comportarsi?).

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L’AFFONDO. Diciamola proprio tutta, tanto per essere chiari fino in fondo: non è che il Foggia non sia interessato a Pino Autunno. E’ vero il contrario, semmai: è Pino Autunno a non essere interessato al Foggia. Il sottoscritto non é abituato a fare le nozze con i fichi secchi, e il Foggia di oggi, con tutto il rispetto per quei dirigenti pur capaci che ci stanno mettendo idee, faccia e risorse, non credo possa avere il privilegio di avvalersi di uno come me. Credetemi: l’esercizio (peraltro rispettabilissimo) del volontariato lo lascio volentieri a qualcun altro...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, ordinanza di Emiliano sulle scuole: da lunedì sospese le lezioni in presenza per le ultime tre classi

  • 423 contagiati a Foggia, Landella firma l'ordinanza: vie e piazze della movida "chiuse" dopo le 21 nel fine settimana

  • "Che ore sono?", poi scatta la violenza: in cinque aggrediscono ragazzo in centro. "Togli la mascherina quando parli con noi"

  • In serata il nuovo Dpcm Conte: stretta sulla movida e ipotesi coprifuoco. A rischio sport dilettantisti, cinema e teatro

  • Coronavirus: sfondata quota 350 contagiati in un giorno in Puglia. I nuovi positivi in Capitanata sono 89

  • Coronavirus: 75 casi in provincia di Foggia, in Puglia sono 301 e tre morti

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FoggiaToday è in caricamento