Foggia-Cosenza, le pagelle dei satanelli. Iemmello bestia nera del Cosenza

“Re Pietro” ritrova il gol che mancava dalla sfida col Messina, e castiga una delle sue vittime preferite. Bene anche Sarno, Angelo e Loiacono. Sicurella si gioca alla grande la sua chance

Pietro Iemmello abbracciato a Sarno e Coletti (ph. Roberto D'Agostino)

Nella penultima gara del 2015 il Foggia supera il Cosenza con un secco 2-0, portandosi a -2 dal primo posto. Decide la gara Pietro Iemmello, autore di una doppietta al 30’ e al 40’ del primo tempo. Una gara giocata, come sempre, all’attacco dai ragazzi di De Zerbi, che però hanno dovuto faticare non poco per violare il muro difensivo del Cosenza, che solo nella ripresa si è mostrato un po’ più intraprendente. Per i satanelli è una vittoria fondamentale perché consente di agguantare in solitaria la seconda piazza. Complice anche il pareggio ottenuto in extremis dal Lecce in casa della Paganese.

Le pagelle

Narciso 7; Angelo 7 Loiacono 7 Gigliotti 6,5 Di Chiara 5,5; Sicurella 7 (39’st De Giosa s.v.) Coletti 6 Riverola 6,5; Sarno 7 (31’st Agostinone 5,5) Iemmello 7,5 Floriano 5,5 (7’st Sainz Maza 6). All. De Zerbi 7

Narciso 7 – Sonnecchia per tutto il primo tempo. Poi il Cosenza decide di giocare a pallone, e qualche intervento lo deve compiere anche lui. Pronto su tutte le palle alte che piovono dalla destra (la sua sinistra, ndr), e spettacolare sulla sassata di Vutov.

Angelo 7 – Trascurato colpevolmente nel primo tempo, eppure il Foggia riesce a far breccia nella difesa avversaria solo quando allarga il gioco, sulla sua zona nello specifico. Splendido il cross volante che manda in porta Sarno, a cui si sovrappone con una puntualità svizzera.

Loiacono 7 – Come Narciso, nel primo tempo colleziona più sbadigli che interventi. Nella ripresa ripone le ciabatte nel ripostiglio, indossando l’armatura. Esalta l’intero Zaccheria quando per due volte mura Arrighini lanciato verso la porta.

Gigliotti 6,5 – Con Coletti che si affranca dai compiti di impostazione, il vero regista è lui. Belle le due aperture che lanciano Angelo sulla fascia. Si ripete nella ripresa, quando però è chiamato anche a fare il difensore. Peccato per la sciocca ammonizione che gli costa il derby di sabato prossimo.

Di Chiara 5,5 – Bene nel primo tempo, quando condivide con Angelo lo stesso triste destino di giocatore ignorato. Maluccio nella ripresa, quando non riesce a contenere le discese di Statella.

Sicurella 7 – Mossa a sorpresa della giornata. E il ragazzo sfrutta al meglio la chance concessagli. Corre e si propone, pur non avendo i tempi di inserimento di Gerbo e Agnelli. E tampona un po’ ovunque, soprattutto quando il Cosenza attacca e il Foggia è un po’ alle corde. Sfiora anche il gol con una giocata sopraffina (39’st De Giosa s.v. – Pochi minuti per sistemare la difesa in affanno. Fa le prove generali in vista della sfida di Martina, quando dovrà sostituire Gigliotti).

Coletti 6 – Vanno meglio le cose quando deve fare da bodyguard ai due centrali difensivi. Manca di iniziativa nella parte iniziale della gara, quando il Cosenza difende con dieci uomini dietro la linea della palla, e lui si limita a tocchetti ravvicinati piuttosto che azzardare qualche apertura più impegnativa.

Riverola 6,5 – Va ancora un po’ a sprazzi, ma palla al piede è un piacere ammirarlo. Ha anche un ottimo senso dell’inserimento, gli manca solo un po’ di fortuna al tiro. Coglie anche un palo nella ripresa.

Sarno 7 – Meno ghirigori e più concretezza. Finalmente, aggiungiamo. Perché quando lascia da parte gli isterismi da solista, diventa più utile alla causa della squadra, e più bello da vedere. E poi mette lo zampino su entrambe le reti. Casualmente nel primo gol, volontariamente nel secondo (31’st Agostinone 5,5 – Pronti via perde subito un brutto pallone che fa mugugnare una parte del pubblico. Agisce da centrale di centrocampo, ma non è tranquillo. E si vede).

Iemmello 7,5 – Ha quell’andatura un po’ indolente, che nelle serate storte può irritare i tifosi meno indulgenti. Però ha l’istinto del bomber, lo confermano le due reti. E’ a quota 8 in stagione, mentre con il Cosenza il conto sale a 5 reti in tre gare.

Floriano 5,5 – La staffetta con Maza lo porta ad assaporare di nuovo il campo dal primo minuto. Resta rintanato sulla corsia mancina provando un paio di affondi, e qualche scambio. Di più non si poteva pretendere, anche se è difficile non pensare al Floriano di coppa (7’st Sainz Maza 6 – Gioca quasi un tempo, cambiando due tre ruoli in base ai cambi effettuati dal mister).

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

De Zerbi 7 – Su Sicurella c’ha visto bene. Il ragazzo risponde alla grande con una prestazione di sostanza. Riesce a portare a casa altri tre punti preziosi in una serata in cui si doveva soltanto vincere. La sua squadra ha cuore a sufficienza per soffrire il giusto senza affondare, come nella ripresa, quando almeno quattro giocatori erano in riserva.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Blitz antimafia a Foggia. Smantellato traffico di droga: 16 arresti, tra cui uomini della 'Società'

  • Coronavirus, l'avanzata dei contagi preoccupa la Puglia: "Si deve uscire solo per lavorare, istruirsi o altre gravi necessità"

  • Ecco la bozza del nuovo Dpcm: bar e ristoranti chiusi alle 18. Stop a palestre e piscine

  • 423 contagiati a Foggia, Landella firma l'ordinanza: vie e piazze della movida "chiuse" dopo le 21 nel fine settimana

  • La 'Società Foggiana' messa spalle al muro: 16 arresti. Duro colpo al narcotraffico della rete criminale del 'Primitivo'

  • Smantellata organizzazione mafiosa: 48 arresti nel blitz 'Gran Carro', misure cautelari anche in provincia di Foggia

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FoggiaToday è in caricamento