Sport

Al "Massimino" regna l'equilibrio. Catania e Foggia non si fanno male

Pari a reti bianche in Sicilia. Rossoneri ben messi in campo, e intraprendenti soprattutto nel secondo tempo, ma poco incisivi sotto porta

Vincere era importante, ma non un obbligo, almeno per il Foggia. I rossoneri lasciano il Massimino con un punto che non desterà sorrisi in ottica classifica (dopo la vittoria con la Lupa Castelli, la Casertana ora è a +8, ndr) ma può essere soddisfacente per la prestazione, di grande sostanza, soprattutto nella ripresa. Nonostante il forfait a gara in corso di Angelo, che ha tolto rifornimenti preziosi sulla corsia destra, la formazione di De Zerbi ha comandato il gioco soprattutto nel secondo tempo, chiuso con il tridente pesante, quando il tecnico rossonero ha intuito che ci fosse la possibilità di vincere la partita. Dall’altra parte, un Catania migliore nel primo tempo, anche se può rammaricarsi per l’occasione sciupata da Calderini al 28’ della ripresa.

Per i rossoneri è ora fondamentale battere la Casertana nel posticipo di lunedì prossimo, per poter accorciare la classifica. Il Catania invece, pur mancando ancora tante giornate alla fine, forse oggi ha salutato le già flebili speranze di agguantare la zona playoff.

Catania-Foggia 0-0

CATANIA (4-3-3) Bastianoni; Parisi, Pelagatti, Bergamelli, Nunzella; Agazzi, Musacci (10’st Russo), Scarsella (41’st Lulli); Calderini, Calil, Rossetti (25’st Plasmati). A disposizione: Ficara, Ferrario, Bacchetti, Garufo, Sessa, Barisic, Di Grazia. All. Pancaro

FOGGIA (4-3-3) Narciso; Angelo (22‘pt Bencivenga), Loiacono, Gigliotti, Di Chiara; Agnelli, Coletti, Gerbo (40‘st Riverola); Sarno, Iemmello, Sainz Maza (22‘st Viola). A disposizione: Micale, De Gioisa, D’Allocco, Lodesani, Sicurella, Bollino, Agostinone, Adamo. All. De Zerbi

Arbitro: Morreale di Roma 1

Ammoniti: Musacci (C), Di Chiara (F), Calil (C), Loiacono (F), Viola (F), Parisi (C)

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Al "Massimino" regna l'equilibrio. Catania e Foggia non si fanno male

FoggiaToday è in caricamento