rotate-mobile
Mercoledì, 10 Agosto 2022
Sport

Intervista | L’avv. Luigi Miccoli: “Appena volerà il Foggia faremo volare Foggia”

Intervista all'avvocato Luigi Miccoli, promotore del progetto 'Grande Foggia' insieme a Davide Pelusi: "Io entrerò con quote fino al 10%"

Promotore del progetto ‘Grande Foggia’ insieme a Davide Pelusi, sentito a FoggiaToday l’avvocato Luigi Miccoli anticipa il futuro di quella che sarà l’idea di calcio e di sport a Foggia, alla quale hanno aderito e stanno aderendo molti imprenditori. Sul progetto della società aggiunge: “La bellezza è che c’è una compattezza e una comunione d’intenti assoluta. E’ così ambizioso che non potremmo pensare di portarlo avanti coltivando interessi personali”.

Avv. Luigi Miccoli come procede la trattativa?

In queste ore stiamo definendo tutti quanti i particolari. Ovviamente ci sono degli imprenditori, ma Le dico che risultano firmate una serie di lettere d’intenti tra le quali una di queste è quella mia. Ho dichiarato che a me sta bene prendere una quota del Foggia Calcio e corrispondere immediatamente anche quelli che sono gli emolumenti che serviranno nel corso dell’intera stagione calcistica a condizione che venga condiviso il progetto ‘Grande Foggia’, che prevede la patrimonializzazione della società in favore del calcio e dei settori tecnici giovanili

Di che cifre parliamo?

Non mi hanno ancora detto se concederanno quote inferiori o superiori al 10%. Lo schema di entrata è questo: chiunque voglia entrare - fermo restando che allo stato dei fatti c’è chi è già in grado di garantire il prosieguo del campionato e di un progetto - deve fare una proposta unilaterale con la quale si occupa a rispettare il piano triennale di investimenti e si obbliga ad aderire a quello che è un progetto sportivo sociale, di costruire un centro tecnico di formazione del gioco calcio. Diciamo che il triennale è circa di 10 milioni di euro. E chi vuole entrare, anche a partire dall’1%, dovrà tener conto che il management è già stato definito, che il piano industriale economico c’è.

Inciderete anche sull’aspetto tecnico?

No, noi abbiamo un direttore sportivo e un allenatore in corso di designazione che sono gli unici responsabili dell’aspetto tecnico

Quindi voi non vorrete decidere il futuro allenatore?

Nella maniera più assoluta. Non ci interessa, perché non siamo noi esperti di calcio. Ognuno deve rispettare il proprio ruolo.

La sua è però una proposta personale?

La prima proposta è da singolo. Poi ci sono tre imprenditori interessati che stanno formalizzando al Foggia Calcio queste richieste di adesione. Aggiungo che per la prima volta stiamo cercando di aggregare più di 4 e 5 soci – e ce la faremo – per costituire un progetto economico e sportivo serio. Fai il socio, metti i soldi e rispetti il progetto economico. Io personalmente mi obbligo a versare per cinque anni una cifra e rilascio garanzia personale dei miei obblighi.

Qual è il suo ruolo rispetto a questi imprenditori?

E’ il ruolo di colui che ha creato il progetto ‘Grande Foggia’ insieme a Davide Pelusi, glielo ha proposto chiedendo di farvi parte. Due avrebbero dato il loro consenso. Entro le 8 di domani mattina dovrà essere formalizzato il tutto. Altri due ci sono già, e si conosco i nomi (Verile e Porreca), con i quali abbiamo interloquito e c’è un’identità di vedute assoluta.

Il progetto Grande Foggia?

Il Foggia Calcio l’ha visto, l’hanno visto quelli che dovrebbero entrarvi, è si è deciso che è il progetto che la società deve portare avanti nei prossimi 3-5 anni. La società lo fa diventare il suo piano economico.

Con Verile, Porreca e gli altri imprenditori potreste raggiungere anche il 50%

Io entrerò con quote fino al 10%. Gli altri imprenditori con quote dal 5 al 15%. Senza nessun problema potremmo raggiungerlo.

Farete asse comune?

Totalmente.

Non si rischia di assistere a una società divisa in due?

Assolutamente, al progetto hanno aderito tutti. La bellezza è che c’è una compattezza e una comunione d’intenti assoluta. E’ così ambizioso il progetto che non potremmo pensare di portarlo avanti coltivando interessi personali.

Non si ritoccherebbero i ruoli all’interno della società?

No comment, sull’asset ci sarà una conferenza stampa

Sappiamo che lei è stato un profondo sostenitore di Landella

Sono stato uno dei profondi sostenitori di Landella perché l’ho guardato in faccia e gli ho chiesto di assicurami lo sport per i ragazzi a Foggia. Lui si dichiarò immediatamente disponibilissimo.

La promessa per il futuro?

Appena volerà il Foggia faremo volare Foggia. La prima campagna istituzionale riguarderà le decisioni che prendono a Bari. Il progetto ‘Grande Foggia’ ha prima di tutto finalità etiche.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Intervista | L’avv. Luigi Miccoli: “Appena volerà il Foggia faremo volare Foggia”

FoggiaToday è in caricamento