Martedì, 27 Luglio 2021
Sport

Non cercò di truccare Piacenza-Padova, Beppe Signori assolto con formula piena: "Vittoria nettissima senza se e senza ma"

L'ex bomber rossonero è stato assolto dal tribunale di Piacenza, dall'accusa di aver tentato di alterare il risultato della gara di serie B del 2 ottobre 2010

Beppe Signori (Ph. Ansa)

"Assolto con formula piena perché il fatto non sussiste, art. 530 co. C. P. (Non per insufficienza di prove". Vittoria nettissima senza se e senza ma". Con questo breve messaggio a corredo di una foto che lo ritrae a braccia alzate con la maglia della Nazionale durante i Mondiali di Usa '94, Beppe Signori annuncia la sua assoluzione arrivata dal tribunale di Piacenza. 

L'ex bomber di Foggia, Lazio e Bologna era stato accusato, nell'ambito del filone 'piacentino' dell'inchiesta sul calcioscommesse, di aver tentato di alterare il risultato della gara Piacenza-Padova, di serie B, giocatasi il 2 ottobre 2010. Come riporta Sportpiacenza.it, Signori aveva rinunciato alla prescrizione perché convinto di dimostrare la propria innocenza. La sentenza di assoluzione del giudice Sonia Caravelli è giunto nella giornata di oggi. 

Nello scorso dicembre il tribunale di Cremona aveva dichiarato prescritto un altro procedimento nei confronti dai cinque imputati, tra cui lo stesso Signori.

"Sono felice per Beppe, l'ho sentito telefonicamente, è molto sollevato anche se si aspettava l'assoluzione. Finalmente, dopo dieci anni è venuta fuori la verità", è stato il commento rilasciato da Roberto Rambaudi (compagno di Signori con le maglie del Foggia e della Lazio) all'Adnkronos, che ha aggiunto: "Ha sofferto accuse ingiuste che lo hanno allontanato dal mondo del calcio. Sarebbe bello potesse tornare". 

Gli fa eco, sempre all'Adnkronos, anche l'ex portiere della Lazio Luca Marchegiani: "So quanto ha sofferta per il giudizio sommario di colpevolezza che in tanti gli avevano affibbiato prima del tempo. È un bene per lui e per il calcio questa sentenza. Nessuno glieli potrà ridare indietro questi dieci anni estremamente difficini, ma mi auguro che in qualche modo possa essere risarcito e che possa tornare nel mondo del calcio che è sempre stato il suo mondo". 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Non cercò di truccare Piacenza-Padova, Beppe Signori assolto con formula piena: "Vittoria nettissima senza se e senza ma"

FoggiaToday è in caricamento