Lunedì, 18 Ottobre 2021
Sport Arpinova / Via Manfredonia

Foggia accoglie Igor Cassina: calcio e ginnastica rendono omaggio all'oro olimpico di Atene

Lo stage dell'atleta campione olimpico nella specialità della 'Sbarra', avrà luogo oggi pomeriggio e domani mattina presso la palestra di Ginnastica Capitanata di via Manfredonia

Trasmettere i valori sani dello sport, e in particolare le esperienze formative che la ginnastica artistica può regalare.  Foggia accoglie Igor Cassina, protagonista di uno stage che si terrà oggi e domattina presso la palestra di Ginnastica Capitanata di via Manfredonia. L’atleta plurimedagliato, è stato protagonista in mattinata nella conferenza stampa svoltasi alla Sala “Antonio Fesce” dello Zaccheria, dopo aver assistito agli allenamenti del Foggia di mister Padalino, e aver salutato giocatori e staff tecnico.

La forma fisica è la stessa di quando era ancora in attività (si è ritirato nel 2011, ndr) così come vivi sono ancora i ricordi per l’oro alle Olimpiadi di Atene 2004, uno dei momenti più esaltanti che l’intera spedizione azzurra visse. “Sono qui innanzitutto per proseguire il mio percorso di crescita come allenatore”, esordisce.

SPORT ED EDUCAZIONE  | Una due giorni per offrire ai partecipanti allo stage (più di 80 bambini e ragazzi, dai 3 ai 18 anni divisi in vari gruppi) non soltanto informazioni teoriche sulla disciplina ma anche per raccontare l’Igor Cassina atleta e uomo. “Credo che la ginnastica artistica sia una disciplina le cui basi dovrebbero essere insegnate a tutti i ragazzi che vogliono cimentarsi con uno sport”, ha affermato. “Cercherò di far capire come coltivare una passione, trasmettere i veri valori che uno sport come la ginnastica, contiene.  Uno sport in cui la passione si incontra armonicamente con il sacrificio e le rinunce, ma che necessita anche del supporto delle persone giuste.

RICORDI | Cassina ripercorre la sua straordinaria carriera, dagli esordi nel Judo, abbandonato perché “Non mi piaceva” al progressivo avvicinamento alla ginnastica artistica, all’epoca praticata da sua sorella, fino ai trionfi, come quello del 1994, quando da juniores, vinse gli Assoluti senior (primo caso nella storia della ginnastica artistica italiana, ndr), e il più bello, ad Atene, esperienza inizialmente metabolizzata con fatica perché “non riuscivo a credere che fosse vero, mi sembrava di recitare in un film”. Rimpianti per non essere riuscito a completare il “Cassina 2”? “Si trattava di un esercizio estremo, che mi riusciva una, due volte su dieci tentativi. No, non ho rimpianti. Sono nato con un fisico non predisposto alla ginnastica, eppure le soddisfazioni non sono mancate”.

DA ATLETA AD ALLENATORE | “Spesso capita che certi valori in altri sport, vengano meno. Chi insegna deve andare oltre la trasmissione delle semplici nozioni, deve essere un educatore. E’ ciò che conta di più, se poi tra gli allievi, dovessero uscir fuori altri Cassina, sarebbe un’ulteriore soddisfazione”, ha proseguito. Sulla nuova esperienza come allenatore, “Devo ancora comprendere l’approccio. Mi capita ancora di pensare che debba salire sulla sbarra”, ha confessato.

CASSINA E IL CALCIO | Sono tifoso dell’Inter, ma non sono uno di quelli che lascerebbero a casa la morosa pur di guardare una partita. Se si vince sono felice, se si perde accetto con molta sportività”. Sul tema violenza negli stadi è abbastanza caustico: ”Servono regole ferree e punizioni esemplari, spesso ci sono comportamenti e situazioni che non sono di grande esempio per i più giovani, ha concluso”.

Presenti in conferenza, anche l’ex ginnasta azzurro Domenico Giangregorio, Mizar Cavaliere (figlia di Nicola, fondatore dell’Associazione, ndr) Vanni Rubino ed Elena Verile, tra gli insegnanti nella due giorni di stage.  Soddisfatta la Cavaliere che ha rimarcato i concetti espressi da Cassina e Giangregorio :” L’obiettivo di questo stage, è quello di avvicinare i ragazzi alla ginnastica artistica, e trasmetter loro i suoi sani principi”. Lo stage, aperto anche alle altre associazioni di Capitanata, avrà luogo sabato pomeriggio dalle 15.30 alle 19 e domenica dalle 9 alle 13.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Foggia accoglie Igor Cassina: calcio e ginnastica rendono omaggio all'oro olimpico di Atene

FoggiaToday è in caricamento