rotate-mobile
Giovedì, 30 Giugno 2022
Sport

Guerra in Ucraina, il viaggio dell’olimpionico foggiano Gigi Samele per riportare in Italia la fidanzata Olga e la sorella

Lo sciabolatore foggiano, due volte argento a Tokyo 2020, è in viaggio verso Budapest, dove la compagna è giunta con la sorella Tania. Apprensione per i genitori e i nonni, rimasti in Ucraina

È partito nella serata di ieri alla volta di Budapest, dove sono giunte da poco la fidanzata Olga Kharlan e la sorella Tanya. Poi, insieme, torneranno in Italia. Gigi Samele, lo sciabolatore foggiano due volte argento alle ultime Olimpiadi di Tokyo 2020, è uno dei tanti atleti coinvolti, seppur indirettamente, nel conflitto ucraino.

La sua fidanzata Olga, anche lei campionessa di sciabola (vinse l’oro a squadre nel 2008), nei giorni scorsi era partita da Bologna alla volta di Kiev, per incontrare i genitori e i nonni.

Come racconta il Corriere della Sera, in un articolo a firma di Flavio Vanetti, la 31enne sciabolatrice, da alcuni anni legata sentimentalmente all’atleta foggiano, è riuscita a lasciare la capitale ucraina e a raggiungere il confine con la Romania, Paese nel quale era giunta la sorella in aereo. Grazie all’aiuto di un altro sciabolatore, l’ex olimpionico rumeno Mihai Covaliu, la Kharlan ha raggiunto la frontiera dove la attendeva sua sorella, per poi mettersi in viaggio verso Budapest, dove si ricongiungeranno con Gigi Samele, partito dall’Italia ieri sera con un volo delle 20.40. I tre rientreranno in Italia in auto.    

Resta l’apprensione per la famiglia di Olga: suo padre – 59enne – non può lasciare il Paese, essendo in vigore la legge marziale e così sua moglie ha deciso di restare con lui in Ucraina. Stessa sorte toccata anche ai nonni, rimasti a Mykolayiv, città situata a un centinaio di chilometri da Odessa.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Guerra in Ucraina, il viaggio dell’olimpionico foggiano Gigi Samele per riportare in Italia la fidanzata Olga e la sorella

FoggiaToday è in caricamento