Il Coni premia Giuseppe Catalano: al professore sanseverese la Stella di Bronzo

Un'attestazione che ricompensa l'impegno del concittadino che si divide tra l'attività di docente universitario e la passione storica per lo sport, con un'attenzione speciale per la pallacanestro sanseverese

Un importante riconoscimento che inorgoglisce tutta la città di San Severo. È notizia di pochi giorni fa il conferimento della Stella di bronzo Dirigenti 2015 da parte del Coni al sanseverese Giuseppe Catalano. A comunicare l’onorificenza è stato il presidente Giovanni Malagò. Con tanti anni di esperienza nel settore dirigente dello sport italiano il sanseverese Catalano ha avuto accesso alla selezione tra migliaia di dirigenti nazionali, figurando tra i premiati nell'anno 2015.

Un’attestazione che ricompensa l’impegno del concittadino che si divide tra l’attività di docente universitario - è infatti ordinario di Ingegneria Economico-Gestionale presso Sapienza Università di Roma - e la passione storica per lo sport, con un'attenzione speciale per la pallacanestro sanseverese.

A candidare il dirigente sanseverese alle stelle al merito sportivo è stata la Federazione Italiana Gioco Calcio, che annovera oggi Giuseppe Catalano tra i componenti della Corte Federale d'Appello.

“La stella al merito sportivo – spiega Giuseppe Catalano – è un riconoscimento che mi emoziona e mi onora e che mi spinge ad impegnarmi sempre più per i valori dello sport a livello nazionale e locale, sulle orme della passione trasmessami dal mio papà protagonista a livello sportivo a San Severo in molte discipline come atleta prima successivamente come dirigente, tra la prima e la seconda guerra mondiale”.

Catalano in questi lunghi anni di carriera sportiva è stato arbitro nazionale sino alla serie B di eccellenza maschile e la serie A1 femminile, istruttore regionale degli arbitri per la regione Toscana, presidente del comitato arbitri Firenze per la Federazione Italiana Pallacanestro. Nonché Sostituto Procuratore Federale dal 2007 al 2016, presenziando per conto della FIGC anche alla finale della Supercoppa Italia disputatasi a Shanghai tra Juventus e Lazio nel 2015. Un curriculum che il dirigente sanseverese è tornato a mettere a disposizione anche della sua città natale contribuendo al rilancio della Cestistica San Severo, di cui è tra i maggiori sostenitori.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Virus più sfuggente, in Puglia "il tracciamento salta" ma il sistema sanitario regge: non si escludono singoli lockdown

  • Coronavirus, ordinanza di Emiliano sulle scuole: da lunedì sospese le lezioni in presenza per le ultime tre classi

  • Covid, verso il nuovo Dpcm: coprifuoco tra le 22 e 23. Rischiano la chiusura parrucchieri, estetisti, cinema e teatro

  • "Che ore sono?", poi scatta la violenza: in cinque aggrediscono ragazzo in centro. "Togli la mascherina quando parli con noi"

  • In serata il nuovo Dpcm Conte: stretta sulla movida e ipotesi coprifuoco. A rischio sport dilettantisti, cinema e teatro

  • Coronavirus, quattro 'zone rosse' e 5 amaranto in Capitanata. Focolai rsa e covid-positivi in più della metà dei comuni

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FoggiaToday è in caricamento