La Fuente Foggia promossa in A2, Mongelli: ”Congratulazioni”

Il presidente Tiso: "E' la vittoria di tutti, un grazie a tutti coloro che hanno contribuito a questo risultato. I tifosi si sono innamorati di noi e anche in qualche trasferta vicina ci hanno supportato"

La Fuente Foggia entra nella storia. Sorride Foggia e lo sport foggiano per l’incredibile e meritato successo della compagine di calcio a 5. E’ la prima volta che una squadra della provincia approda nel secondo campionato nazionale.

Il successo sul Fratelli Cambise per 6 reti a 2 fa gioire capitan Andregtoni e anche Gianni Mongelli. Da primo cittadino e da sportivo mi sento di dire grazie a chi ha creduto in queste realtà sostenendole sia a livello imprenditoriale che tecnico. Il calcio a 5 a Foggia è ormai una realtà e sono convinto che anche il prossimo anno sia la Fuente Foggia che il Real Foggia sapranno farsi rispettare anche nelle rispettive categorie in cui sono state promosse”.

Il sindaco di Foggia Gianni Mongelli ha espresso le sue congratulazioni a società e staff tecnico della Fuente e anche al Real Foggia che il prossimo anno disputerà il campionato regionale maschile sempre di calcio a 5 di serie C1.

Al gruppo della Fuente Foggia un particolare augurio per come in questi anni sia riuscita a collezionare una scalata così importante ai vertici nazionali del calcio a 5”. 


LE DICHIARAZIONI DEI PROTAGONISTI

GIUSEPPE TISO (Presidente): è la vittoria di tutti, un grazie a tutti coloro che hanno contribuito a questo risultato. È un emozione per me rappresentare questa squadra e questa città. I tifosi si sono innamorati di noi e anche in qualche trasferta vicina ci hanno supportato. Ora il giusto premio di tutti gli sforzi.

FELICE DI CROCE (Vicepresidente): Quando sono partito in questa avventura, sette anni fa, non pensavo di riuscire a raggiungere un risultato così importante. Abbiamo cominciato per scherzo, per gioco, ora ci ritroviamo nella seconda categoria nazionale. Abbiamo unito la voglia di fare bene, la competenza di tutti, lo spirito di una famiglia che vuole arrivare lontano con il lavoro duro.

FABIO EPISCOPO (Fisioterapista): Quando siamo partiti non pensavamo di poter raggiungere questo risultato ma volevamo fare bene e alla fine il lavoro paga. Che emozione vedere i ragazzi che mi ringraziano per averli rimessi in piedi e che emozione particolare vedere l’ovazione a Abraham per il suo ingresso in campo.

JOSE’ ABRAHAM (laterale): Grazie a tutti perché mi sono stati vicini. Che bella la risposta di Foggia. Qui mi trovo bene e porterò per sempre questa esperienza nel mio cuore. Amo questa gente e le mie esperienze passate non erano mai state così intense. Dedico la vittoria del campionato anche a mia moglie, mio figlio, che mi sono stati accanto sempre e la mia famiglia che mi aspetta in Argentina e che a distanza di chilometri tifava per me.

WILLIAM RAMPON (laterale): C’è una bellissima aria qui alla Fuente e questo ha contribuito alla vittoria. Che bella emozione vincere un campionato, vorrei restare qui.

MIKI GRASSI (allenatore): Ora vogliamo goderci questa festa. La volevamo, l’abbiamo cercata a lungo e ora è il tempo di godersi i festeggiamenti. Abbiamo lavorato sodo tutti quanti.

SABINO SAMELE (direttore sportivo): Avevo già provato l’emozione di un campionato vinto a Giovinazzo, ma qui è stato diverso. Abbiamo dominato dalla prima giornata e i risultati sono stati stupefacenti. Abbiamo fatto un campionato con la stessa rosa di inizio stagione e questo è un dato importante che lascia capire il lavoro certosino fatto da tutti e che le scelte sono state giuste. Abbiamo capito, strada facendo, che avevamo messo su una bella squadra.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La Puglia torna in zona arancione. Conte firma il nuovo Dpcm: restrizioni fino al 5 marzo, riecco la scuola in presenza

  • Scuola, si cambia di nuovo: "Superiori in Ddi al 100% per una settimana, elementari e medie in presenza (con ddi a scelta)”

  • Addio a Padre Marciano Morra: per 20 anni fu amico e confratello di Padre Pio

  • La Puglia verso la zona arancione

  • Otto minuti di follia: inseguimento da film tra auto e pedoni, l'incidente contro un muro e la cattura dei due fuggitivi

  • 170 pazienti in terapia intensiva e 1392 in area non critica in Puglia. Nel Foggiano covid-free solo due comuni su 61

Torna su
FoggiaToday è in caricamento