rotate-mobile
Giovedì, 27 Gennaio 2022
Sport

Addio a Franco Mancini: Zemanlandia piange il suo numero uno

Fu protagonista indiscusso della scalata dei satanelli dalla C alla A. Nove stagioni con i colori rossoneri, attore principale della favola di Zemanlandia che fece il giro del mondo

Franco Mancini se n’è andato via in silenzio, senza far rumore. A Pescara, dov’era preparatore dei portieri della squadra biancoazzurra allenata Zdenek Zeman.

Foggia e i tifosi rossoneri piangono la scomparsa prematura di un grande campione. Il portiere alla Zeman, diverso dagli altri. Eclettico, plastico, unico nel suo modo di arpionare il pallone, di volare tra i pali. Il più abile nelle uscite e con la palla al piede.

A Foggia non lo hanno mai dimenticato. Impossibile farlo. Fu protagonista indiscusso della scalata dei satanelli dalla C alla A. Nove stagioni con i colori rossoneri, attore principale della favola di Zemanlandia che fece il giro del mondo. Amato e venerato da tutti. Due guanti, una divisa e uno stile inconfondibile da portiere moderno, forse il precursore di tante giovani promesse.

Morto Franco Mancini: le foto

Dopo una breve parentesi alla Lazio disputa un altro anno nel Foggia in serie B. Nel 1997 si sposta di qualche chilometro, sempre in Puglia, a Bari. Qui disputa tre stagioni di alto livello, prima di passare al Napoli. Dopo la cocente retrocessione i partenopei si prendono la A alla guida di De Canio, ma soprattutto grazie alle parate del buon Franco.

Poi gioca anche con Pisa, Sambenedettese, Teramo, Salernitana, Martina e Fortis Trani. Problemi personali lo costringono a lasciare il calcio nel dicembre del 2008.

Ma per Franco comincia un nuovo corso, come preparatore dei portieri. Nel 2009 in seconda divisione diventa allenatore in seconda e dei portieri del Manfredonia. L’anno scorso allena quelli del Foggia, sempre alla corte di Zeman. Il tecnico boemo lo porterà con sé anche a Pescara.

Qui morirà in un caldo pomeriggio di marzo, lasciando un vuoto inccolmabile nel panorama calcistico italiano.

 

 

 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Addio a Franco Mancini: Zemanlandia piange il suo numero uno

FoggiaToday è in caricamento