Foggia-Salernitana, le pagelle: Iemmello "scacciaguai". Sarno improponibile

L'attaccante torna al gol e salva i rossoneri dalla sconfitta. Bene anche il centrocampo e Cavallaro. Male la punta esterna, la cui condizione è ancora troppo precaria

Pietro Iemmello

Finisce in parità il big match tra Foggia e Salernitana, e ancora una volta i rossoneri si salvano allo scadere. E’ Iemmello l’uomo decisivo, autore di un bel gol propiziato da una grande giocata di capitan Agnelli. Un Foggia che probabilmente avrebbe meritato anche la vittoria specie per la prova di forza esibita nella ripresa, e le diverse occasioni da gol costruite, clamorosa l’ultima capitata sul destro di Bencivenga.

Le pagelle

FOGGIA (4-3-3) Narciso 6; Loiacono 6 (28'st Bencivenga 5,5) Potenza 6 Gigliotti 6,5 Agostinone 6,5; Agnelli 6,5 Quinto 6,5 Gerbo 6,5 (40'st Leonetti s.v.); Sarno 5 Iemmello 7 Cavallaro 6. A disposizione: Tarolli, Grea, Sicurella, D'Allocco. All. De Zerbi 6

Narciso 6 – Calil calcia in porta ad un metro da lui, ragion per cui può fare ben poco per evitare il gol. E’ l’unica volta in cui viene sollecitato, perché la Salernitana raramente centra lo specchio

Loiacono 6 – Riconfermato sulla destra, si limita a tenere la posizione, senza lasciar sguarnita una corsia che non può godere del minimo contributo di Sarno in fase difensiva (28’st Bencivenga 5,5 – Ha il merito di dare l’abbrivio all’azione del gol di Iemmello, ma non può non pesare l’erroraccio a due passi dalla porta vuota, al 95’)

Potenza 6 – La presenza di Loiacono, oltre a dare copertura alla corsia destra, serve anche per offrire un aiuto al centrale, che ancora non è al top della condizione. Riesce a venire fuori anche dalle situazioni più difficili. Sfortunato nel disimpegno da cui si origina il gol di Calil

Gigliotti 6,5 – Qualche affanno in meno rispetto a Potenza. Sfiora il secondo gol consecutivo con un’insidiosa punizione

Agostinone 6,5 – Corre senza sosta per l’intera partita. Molto presente soprattutto nella ripresa, quando sventaglia un buon numero di cross anche di qualità

Agnelli 6,5 – Qualche errore di troppo in fase di appoggio nel primo tempo. Sale in cattedra nella parte finale del match, ed è sua la splendida giocata che origina il gol di Iemmello

Quinto 6,5 – Come sempre il gioco parte dai suoi piedi. Stavolta bada poco alle finezze, liberandosi presto del pallone sulla pressione degli avversari. E quando può, mette in moto il destro, come in occasione dello straordinario lancio che manda in porta Cavallaro nel primo tempo

Gerbo 6,5 – Nel primo tempo si prende la scena con una prova autorevole. Fa tutto, mezzala, regista, mediano con grandi profitti. Cala leggermente nella parte finale quando perde qualche pallone di troppo. Quisquilie (40’st Leonetti s.v.)

Sarno 5 – Lo si vede solo su una punizione che fa la barba alla traversa. Per il resto, contattare la Sciarelli. Schierare un giocatore in condizioni così precarie, peraltro contro una squadra come la Salernitana, non sarà mai una scelta lungimirante (1'st Bollino 5,5 - Almeno si sbatte, corre, prova a fare qualcosa. E' ancora troppo fumoso, ma per lo meno fisicamente è a posto) 

Iemmello 7 – Lottatore indomito che non si arrende neanche di fronte ai pochi palloni che gli piovono nella prima frazione. Ma le palle buone, non le sciupa. E lo Zaccheria può esplodere. Peccato per l'ennesima inutile ammonizione rimediata, che lo terrà fuori domenica prossima 

Cavallaro 6,5 – Nel primo tempo è il migliore insieme a Gerbo. Cosa sarebbe accaduto, se quel destro a giro fosse finito in fondo al sacco? Probabilmente sarebbe venuto giù lo stadio. Nella ripresa è meno continuo, ma resta tra i più pericolosi, e propizia il quasi gol di Bencivenga 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

De Zerbi 6 - La squadra fa sempre la partita, e a tratti propone anche sprazzi di bel gioco. Ma serve continuità, perché contro una grande squadra come la Salernitana giocare alla grande solo un tempo, non basta. Nella prima frazione la squadra è apparsa troppo timorosa, e allo stesso tempo preda della fretta di raddrizzare il match. Oltre alla tattica, serve un lavoro sulla testa dei giocatori, perché il materiale è buono, e la classifica potrebbe e dovrebbe essere più gratificante 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, ordinanza di Emiliano sulle scuole: da lunedì sospese le lezioni in presenza per le ultime tre classi

  • Coronavirus, l'avanzata dei contagi preoccupa la Puglia: "Si deve uscire solo per lavorare, istruirsi o altre gravi necessità"

  • Blitz antimafia a Foggia. Smantellato traffico di droga: 16 arresti, tra cui uomini della 'Società'

  • Ecco la bozza del nuovo Dpcm: bar e ristoranti chiusi alle 18. Stop a palestre e piscine

  • 423 contagiati a Foggia, Landella firma l'ordinanza: vie e piazze della movida "chiuse" dopo le 21 nel fine settimana

  • E' morto Dario Montagano: l'imprenditore sanseverese trovato senza vita in giardino

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FoggiaToday è in caricamento