"Allo Zaccheria sarà una festa per tutti". Landella tende la mano agli avversari

Il primo cittadino spera nell'atmosfera di festa, per metter fine alle polemiche dopo i fatti di Pisa, e apre anche al sindaco toscano: "Una festa che coinvolgerà anche la dirigenza e il sindaco Filippeschi"

 "La città di Foggia, così come avvenuto in occasione delle partite con l’Alessandria ed il Lecce, vivrà anche la gara di ritorno della finale play off di Lega Pro come una straordinaria festa dello sport. La nostra città possiede infatti una lunga e prestigiosa tradizione calcistica, con i più alti valori dello sport sempre e costantemente punto di riferimento per la nostra comunità, che sarà confermata anche domenica allo stadio “Pino Zaccheria” nel caso in cui il Gruppo Operativo Sicurezza decidesse di autorizzare la trasferta dei tifosi pisani". E' quanto affermato dal sindaco Franco Landella. Dichiarazioni  che fanno il paio con le parole distensive pronunciate dalla società poche ore fa. Anche il primo cittadino tende la mano alla società e ai rappresentanti delle istituzioni. "Sarà una festa che, ovviamente, coinvolgerà anche la dirigenza dell’AC Pisa ed il sindaco della città di Pisa, Marco Filippeschi, che auspico vogliano condividere con noi le emozioni positive che il calcio sa regalare a tutti coloro i quali amano questo meraviglioso sport".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sangue nel cuore della movida, colpita con i vetri di una bottiglia e sfregiata a vita: arrestata ragazza di 20 anni

  • Grave episodio in zona via Lucera: auto imbrattata con frasi, disegni volgari e sigle contro la polizia

  • Attimi di terrore in un supermercato: irrompono malviventi, durante la rapina minacciano e tentano di colpire cassiera

  • Coronavirus: oggi 32 morti in Puglia e 397 nuovi casi in provincia di Foggia

  • Spaventoso incidente in via Castiglione: ragazza abbatte tubo del gas e si schianta contro una farmacia agricola

  • Saturimetro: cos'è e quali sono i modelli migliori in commercio

Torna su
FoggiaToday è in caricamento