rotate-mobile
Martedì, 30 Novembre 2021
Sport

Foggia-Palermo 1-2: le pagelle dei rossoneri

Il tedesco spicca su tutti, con il gol dell'illusione e un'ottima prestazione. Male il centrocampo e la difesa. Bizzarri ancora incerto. Mazzeo, giornata no

C’è tanto da lavorare. Forse anche troppo. Perché al di là di un risultato che può starci (il Palermo è comunque una delle squadre più forti del campionato) in pochi si aspettavano un Foggia così in difficoltà dal punto di vista del gioco. Sia chiaro, nessuno si aspettava una squadra già bella e fatta al 100%, ma neppure un gruppo così involuto, priva di idee e di un’identità di gioco precisa.

La bomba di Kragl non basta: le immagini di Foggia-Palermo

Se due indizi fanno una prova, forse il caso di interpretare diversamente la vittoria col Carpi. Roboante nel punteggio, ma da contestualizzare. Perché anche in quel caso il Foggia la sbloccò su calcio piazzato, dopo diversi minuti di attacco sterile, e perché forse il Carpi non fu proprio un avversario di quelli scomodi. Troppo entusiasmo aveva accompagnato una vittoria bella sì, ma che aveva già palesato quei problemi che si sono visti a Crotone e in particolar modo col Palermo. Il Foggia di ieri non è mai stato brillante, neppure dopo il gol di Kragl. Il tedesco è sembrato l’unico giocatore sul pezzo, ma alla fine ha dovuto anche lui alzare bandiera bianca, stremato dal lavoraccio nella doppia fase al quale è stato chiamato. Kragl unico giocatore con idee, e per questo chiamato in causa oltremodo da chi, invece, idee ne aveva poche e pure offuscate. Ed è questo il dato più preoccupante: al Foggia manca il gioco, e non può essere il solo recupero di Galano o Busellato a stravolgere il tutto. Serve di più, servono idee chiare. A cominciare da chi siede sulla panchina.

Le pagelle

FOGGIA (3-4-2-1) Bizzarri 5; Tonucci 5,5 (41’st Gerbo) Camporese 5 Martinelli 5,5; Zambelli 5 (25’st Cicerelli 5,5) Agnelli 5 Carraro 5 Kragl 6,5; Chiaretti 5,5 (22’st Gori 6) Deli 5,5; Mazzeo 5. A disposizione: Sarri, Noppert, Ranieri, Loiacono, Cavallini, Rubin, Boldor, Arena, Ramè. All Grassadonia 5

PALERMO (3-4-2-1) Brignoli 7; Pirrello 6,5 Bellusci 7 Rajkovic 6,5; Salvi 6,5 Jajalo 6,5 Haas 6 Mazzotta 6 (31’st Aleesami s.v.); Falletti 6,5 (34’st Murawski s.v.); Puscas 5,5 (43’st Nestorovski s.v.). A disposizione: Pomini, Alastra, Accardi, Moreo, Embalo, Fiordilino, Szyminski. All. Tedino 7

Arbitro: Marinelli di Tivoli 6,5

Bizzarri 5 – Primo gol, colpe relative perché la deviazione di Camporese lo mette fuori gioco. Sul secondo è troppo poco reattivo. Ci aggiunge un paio di interventi scolastici, ma la sicurezza è altra roba.

Tonucci 5,5 – Un avvio imperioso, infarcito di efficaci ruvidezze. Poi tende a sbandare, ma insieme ai compari di reparto paga la mancanza totale di filtro (41’st Gerbo s.v.).

Camporese 5 – Sua l’ultima deviazione che riporta la gara in parità. Suoi alcuni errori da matita blu. Non ha i tempi né i piedi per far partire l’azione, e lascia a desiderare anche quando gli si chiede di difendere e basta.

Martinelli 5,5 – Considerato dai suoi detrattori l’anello debole della catena difensiva. Eppure sbroglia diverse situazioni complicate che avrebbero resa ancora più oscura la serata. Ha però colpe non indifferenti sul secondo gol. Trajkovski porta palla nella sua zona, e lui arretra piuttosto che aggredire il fantasista rosanero. Che ringrazia e fa gol.

Zambelli 5 – Un affondo vero archiviato con un cross telefonato per Brignoli. A destra non soffre le scorribande di Mazzotta, ma neppure cerca di sfondare, pur avendone l’occasione (25’st Cicerelli 5,5 – Piazzato prima a destra dove non va oltre qualche finta fine a se stessa e un paio di cross innocui. Chiude da mezzala sinistra, ma forse neppure lui sapeva con certezza dove giocare).  

Agnelli 5 – Finché regge lui il centrocampo presenta una bozza di filtro. Ma non ci si può affidare al solo capitano per mantenere gli equilibri. E se poi non è neppure al top della condizione…  

Carraro 5 – Emblematico il linguaggio del corpo quando gestisce il pallone, che sembra dire: “A chi devo darlo?”. Lui qualche idea l’avrebbe pure se attorno a sé ci fossero movimenti sensati e concreti. Né lo aiuta la pressione di Trajkovski e Haas nella prima fase di impostazione.

Kragl 6,5 – Un gol su punizione a purgare il Palermo, come la scorsa stagione al ‘Barbera’. Ma quello era un altro Foggia. Lui è lo stesso Kragl, anzi, più presente anche in fase difensiva. Forse un po’ troppo, e infatti finisce per correre per inerzia.

Chiaretti 5,5 – Trotterella per il campo, porta troppo palla anche perché fatica a capire che cosa farne. Mazzeo collabora poco, figurarsi Deli. E lui stesso sembra non avere l’idea di dove giocare, né come. Bravo a prendersi qualche punizione, compresa quella che Kragl traduce in gol (22’st Gori 6 – Per la stima, più che altro. Resta la sensazione che allo sterile attacco del Foggia serva un giocatore che usi il fisico, che giochi di sponda, che apra gli spazi. Insomma, per fare quelle cose che a Mazzeo non possono essere chieste).

Deli 5,5 – Un lampo, che avrebbe fatto venire giù lo Zaccheria. Brignoli (quello che ‘purgò’ Gattuso di testa in un incredibile Benevento-Milan), però, fa capire di essere in primis un portiere peraltro bravo. Troppo poco. Come Chiaretti fa fatica a trovare la giusta posizione, e il contributo in fase di non possesso è del tutto insufficiente.

Mazzeo 5 – Male male. L’assenza di un partner fisico lo costringe a fare la punta totale, e non ha né le caratteristiche né il fisico. E si va a mortificare il suo lavoro di cucitura del gioco.

Grassadonia 5 – Non è il risultato che deve preoccupare, ma la pressoché totale assenza di gioco. La squadra è confusa e senza idee, e lui non fa molto per darle una mano. E la soluzione con Deli e Chiaretti alle spalle di Mazzeo non funziona: l’attacco è troppo leggero e il centrocampo troppo scoperto. Ha impostato una intera preparazione sul 3-5-2, forse è il caso che lavori su quel modulo, almeno finché non recuperino (davvero) tutti gli effettivi in attacco.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Foggia-Palermo 1-2: le pagelle dei rossoneri

FoggiaToday è in caricamento