Sport Stadio / Viale Ofanto

Contro la Nocerina è vietato sbagliare: parola di Zeman

Nel turno pre-pasquale la capolista arriva allo Zaccheria alla ricerca dei tre punti che le darebbero la promozione in serie B dopo ben trentadue anni

Vincere per coltivare ancora il sogno dei playoff. E' questa la parola d'ordine per gli uomini di Zdenek Zeman che nel sabato pasquale ospiteranno nel match clou della trentunesima giornata del girone B della prima divisione di Lega Pro, la capolista Nocerina che a Foggia insegue i tre punti che le darebbero la matematica certezza della promozione in serie B dopo trentadue anni di attesa.

Ai campani per la verità la promozione potrebbe arrivare anche senza la vittoria nel caso in cui il Benevento dovesse conseguire il medesimo risultato nella trasferta di Andria, ma gli uomini di Auteri verranno allo Zaccheria per i tre punti anche per dimenticare il K.O. interno rimediato la scorsa settimana contro la Juve Stabia e onorare gli oltre 800 tifosi che giungeranno domani in Capitanata.

Prevista una cornice di pubblico degna delle categorie superiori, pochi ancora i tagliandi a disposizione e il tutto esaurito già registrato in Curva Sud che ha risposto prontamente all'appello rivolto da Salvatore Burrai. Il centrocampista sardo torna a disposizione dopo i due turni di squalifica rimediati dopo l'espulsione di Siracusa e riprenderà il suo posto a centrocampo al fianco di Laribi e Salamon. In attacco, complice la squalifica di Agodirin, probabile la conferma di Farias favorito su Varga nonostante la prova incolore di Terni.

Oltre agli squalificati Agodirin e Kone, Zeman non avrà a disposizione gli infortunati Iozzia, Perpetuini e Verruschi, oltre a Palermo fuori rosa per motivi disciplicari. Diciannove sono i convocat. I portieri Ivanov, Santarelli e Dazzi; i difensori Candrina, Romagnoli, Rigione, Torta, Regini, Tomi e Caccetta; i centrocampisti Burrai, Salamon, Burrai, Marinaro e Agostinone e gli attaccanti Insigne, Sau, Varga e Farias.

Quella di domani sarà il dodicesimo confronto in terra di Capitanata tra le due compagini rossonere, l'ultimo confronto evoca dolci ricordi, quello della stagione 2002/2003 (campionato che il Foggia vinse ottenendo la promozione in C1, ndr) quando il Foggia di Pasquale Marino superò i rivali per due a uno con un capolavoro di De Zerbi su punizione e raddoppio di Greco prima del gol di Campo.  
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Contro la Nocerina è vietato sbagliare: parola di Zeman

FoggiaToday è in caricamento