Sabato, 13 Luglio 2024
Sport

Prezzi da Champions per i materani: contro il Foggia servono 30 euro

A Matera i tifosi rossoneri – che protestano contro il prezzo imposto dalla società rossonera ai tifosi lucani – pagarono 20 euro. Una ripicca dietro il prezzo del biglietto?

All’andata furono i 20 euro per il settore ospiti del XXI Settembre-Franco Salerno a far storcere il naso ai tifosi del Foggia. Una decisione che però la società lucana ha riservato a tutte le tifoserie ospiti. A un girone di distanza da quell’1-1 che segnò la fine della gestione Dionigi, dando inizio a quella finora più soddisfacente di Pasquale Padalino, è di nuovo il caro prezzi a far scatenare la polemica.

ORARIO. Il primo punto sul quale le due società si sono scontrate è l’orario. La gara inizialmente prevista per domenica, è stata posticipata per motivi di ordine pubblico (domenica la salma di Padre Pio giungerà a Foggia, ndr) alle ore 18 di lunedì. Giorno feriale, orario in cui molti foggiani e non, sono a lavoro. Ovvero, impossibilità di rendere lo Zaccheria una bolgia. Da qui la richiesta da parte della società rossonera di far slittare il calcio d’inizio alle ore 20.30. Richiesta rigettata dal Matera Calcio, che ha deciso di non opporsi all’orario proposto dalla Lega Pro.

CARO PREZZI. 30 euro più prevendita per i possessori della Fidelity Card, riservato esclusivamente al settore Ospiti, senza la possibilità di aderire all’iniziativa “Porta un amico”. Il comunicato pubblicato ieri dalla società rossonera sembra quasi una risposta piccata. Prezzo oggettivamente esoso per assistere dallo spicchio di una curva a una gara di Lega Pro.

E infatti da Matera la reazione di tifosi e addetti ai lavori è stata forte. Perché per molti, che già avrebbero fatto uno sforzo per arrivare in Capitanata per via dell’orario, sostenere una spesa del genere si fa dura. Tifosi lucani che hanno incassato la solidarietà dei supporter rossoneri: “No al caro prezzi Sempre. Il calcio è della gente”, il messaggio firmato “Ciurma” che campeggia su uno striscione affisso davanti alla tribuna dello Zaccheria.

C’è chi parla di ripicca, per la mancata disponibilità al posticipo da parte dei lucani. Chi ancora di “tattica” per far sì che lo Zaccheria sia colorato esclusivamente di rossonero. Di certo, non il miglior modo per accogliere una sfida tra due squadre gemellate, unite dal ricordo del grande Franco Mancini, materano di nascita e foggiano di adozione, una gara particolarmente sentita anche dal tecnico Padalino, che per la prima volta tornerà a Foggia da ex.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Prezzi da Champions per i materani: contro il Foggia servono 30 euro
FoggiaToday è in caricamento