Sport

Foggia-Matera 0-0, le pagelle: Gigliotti un gigante, Agnelli tuttofare

Buona prova del collettivo rossonero. Ottima prova del difensore transalpino, e del capitano che ancora una volta non stecca nel ruolo di vice Quinto

Pari e patta allo Zaccheria tra Foggia e Matera. Il derby del cuore dell’indimenticato Franco Mancini, non premia e non procura delusione a nessuna delle due squadre. Eppure, a dispetto del punteggio, non sono mancate le emozioni, oltre agli errori.

FOGGIA (4-3-3) Micale 6; Bencivenga 5,5 Potenza 6,5 Gigliotti 7 Agostinone 6; Sicurella 5,5 (29’st Sainz Maza s.v.), Agnelli 7 D’Allocco 6,5; Sarno 6,5 (42’st Bollino s.v.) Iemmello 6,5 Cavallaro 5,5 (34’st Leonetti s.v.). A disposizione: Tarolli, Loiacono, Grea, Curcio. All: Giuseppe Brescia (De Zerbi squalificato) 6

Micale 6 – Orrori e prodezze in un pomeriggio pazzo. Nel primo tempo sbaglia il tempo dell’uscita, rimediando su Pagliarini – con il prezioso ausilio di Gigliottti – poi salva il risultato su Letizia con un colpo di reni da grande portiere, e viene graziato da Guerra che raccoglie un suo rinvio formato ciabatta

Bencivenga 5,5 – Preoccupato più di contenere Letizia e Mazzarani che dalla sua parte spingono e con continuità. Sbanda ma non affonda, però in attacco non si propone mai

Potenza 6,5 – In una partita in cui la difesa del Foggia corre più di qualche pericolo, resiste senza grosse sofferenze

Gigliotti 7 – Pressoché perfetto. Chiude ogni falla, di testa e in tackle. Salva sulla linea, rimediando all'erroraccio di Micale. Peccato per il mancato gol che avrebbe sbloccato il match

Agostinone 6 – Primo tempo di sofferenza, sale in cattedra nella ripresa, supportando con costanza la fase offensiva, e chiudendo bene ogni varco

Sicurella 5,5 – Bene quando svolge i compiti assegnatigli. Quando cerca di portar palla e imbucarsi centralmente, gli esiti sono deprimenti (Sainz Maza s.v. un quarto d’ora e poco più per riassaggiare il campo)

Agnelli 7 – Frangiflutti e regista. Abile per come riesce ad adoperare l'ascia in fase di non possesso, sostituendola subito con ago e filo quando c’è da costruire il gioco dei suoi. Nella sua partita, si ricorda solo un lancio sbagliato per Agostinone

D’Allocco 6,5 – E’ il più attivo in pressing, applicandolo fino a ridosso della trequarti avversaria. Due tre ripartenze le avvia proprio lui sradicando il pallone dai piedi dei palleggiatori materani

Sarno 6,5 – Il suo show è la cosa più bella della partita, peccato che abbia la durata di un cortometraggio più che di un colossal. Meravigliosa una serpentina con cui di forza va via a tre avversari (42’st Bollino s.v.)

Iemmello 6,5 – Baiocco dice no al suo gran sinistro. Battaglia con i centrali, fa il suo solito movimento in orizzontale per aprire delle brecce nella difesa avversaria. Gli manca il gol, ma il suo lavoro è preziosissimo

Cavallaro 5,5 – Ha pochi spazi per affondare, anche perché il gioco dei rossoneri si appoggia prevalentemente sulla corsia opposta. Cala alla distanza (34’st Leonett s.v.)

Brescia 6 – Il Foggia gioca bene, ma non benissimo come a Castellammare. Ma il merito è anche di un Matera che non si prestato al ruolo di sparring partner

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Foggia-Matera 0-0, le pagelle: Gigliotti un gigante, Agnelli tuttofare

FoggiaToday è in caricamento