Sfida d’alta quota tra Stroppa e Auteri: da Matera 600 tifosi, tutto esaurito allo Zaccheria

Questa sera il primo big match del giro di ritorno. Rossoneri a caccia del riscatto dopo il k.o. di Taranto. I lucani, reduci da due sconfitte di fila, cercano il sorpasso. Previsto il tutto esaurito. 600 tifosi in arrivo da Matera, con 8 autobus messi a disposizione dall'Ataf

La Curva Nord 'Franco Mancini' (ph. R. D'Agostino)

Gemellaggio e rivalità. Classifica e ambizioni. C’è un po’ di tutto nella partita di cartello della 26° giornata del girone C di Lega Pro. Foggia e Matera si affrontano per la terza volta in stagione (dopo l’1-1 dell’andata e la vittoria dei lucani in Coppa Italia), e per l’occasione lo Zaccheria indosserà il suo vestito più bello, registrando il primo sold out della stagione.

Una sfida nella sfida, perché oltre alle ragioni di classifica, c’è anche la rivalità con il tecnico Auteri, acuita nel periodo ‘Dezerbiano’. Ma Foggia e Matera sono unite anche dal ricordo del grande Franco Mancini, materano di nascita, foggiano di adozione. Ecco perché la tensione dettata dall’importanza del match, si mescolerà al clima di festa.

CLASSIFICA – Sono entrambe reduci da delusioni. I satanelli devono dimenticare il tonfo di Taranto, i ragazzi di Auteri ne hanno perse addirittura due di fila, ragion per cui questa sera c’è molto in palio, forse anche un pezzetto di serie B. E intanto il Lecce starà a guardare, mentre la Juve Stabia spera in un pari nel disperato tentativo di rientrare nella corsa alla vetta.  

QUI MATERA – “I risultati non si possono determinare prima, le partite si giocano ed accetteremo il risultato del campo. Come giocheremo non lo diciamo, ce l’andiamo a giocare. Si affrontano due squadre che hanno fatto tanti punti, loro vengono da una sconfitta noi da due, anche la loro è stata una partita strana dove non hanno giocato male. Non è una partita che determina qualcosa, nel senso che non dà responsi definitivi, ma è una partita che conta”, ha detto Auteri in conferenza stampa. 22 i convocati per la trasferta in Capitanata. Non dovrebbero esserci sorprese nello schieramento, che dovrebbe prevedere il collaudato 3-4-3, con Ingrosso, De Franco (in ballottaggio con Bertoncini) e Mattera in difesa. Casoli e Salandria sulle corsie a centrocampo, con Armellino e Iannini in cabina di regia. In avanti Strambelli e Negro affiancheranno Carretta, giustiziere dei satanelli in Coppa.

QUI FOGGIA – Molto carico mister Stroppa, per il quale la gara di Taranto è già archiviata: “Sarà una partita bellissima, so che ci sarà lo stadio pieno e questo mi fa enormemente piacere, ci sarà una atmosfera da categoria superiore" - "Sappiamo che di fronte avremo una squadra importante, che ha in tutti gli effettivi giocatori forti, con una identità ben precisa, fisicità ma, allo stesso tempo, sappiamo cosa possiamo dare noi quindi, come al solito, affronteremo la sfida al cento per cento". Il tecnico rossonero recupera Rubin, che è convocato. Si deciderà oggi sul suo eventuale impiego dall’inizio. Ma la novità principale potrebbe essere l’impiego di Di Piazza in attacco con Mazzeo e Sarno, favorito su Chiricò.

TENSIONI E DISAGI – Non mancheranno tuttavia i problemi organizzativi. Da Matera sono in arrivo circa 600 supporter lucani. L’Ataf ha messo a disposizione, su richiesta della Questura, ben 8 autobus. Il che comporterà senz’altro disagi per la cittadinanza: ben 6 linee sono state soppresse, data la cronica mancanza di mezzi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sangue nel cuore della movida, colpita con i vetri di una bottiglia e sfregiata a vita: arrestata ragazza di 20 anni

  • Grave episodio in zona via Lucera: auto imbrattata con frasi, disegni volgari e sigle contro la polizia

  • Attimi di terrore in un supermercato: irrompono malviventi, durante la rapina minacciano e tentano di colpire cassiera

  • Coronavirus: oggi 32 morti in Puglia e 397 nuovi casi in provincia di Foggia

  • Spaventoso incidente in via Castiglione: ragazza abbatte tubo del gas e si schianta contro una farmacia agricola

  • Addio al dott. Michele Urbano, la Capitanata piange la scomparsa di un professionista "serio e laborioso"

Torna su
FoggiaToday è in caricamento