Il Foggia querela il Tg1, l'accostamento tra la 'Quarta Mafia' e il coro ai diffidati non va giù alla società: "Offensivo"

Il Calcio Foggia 1920 querela per diffamazione il TG1 in seguito al servizio del 17 ottobre scorso. L’incarico di valutare tutti i presupposti dell’azione e di predisporre la conseguente querela è stato affidato all’Avv. Michele Vaira.

Foto d'archivio

Il Calcio Foggia 1920, a seguito della messa in onda del servizio giornalistico sul coro dei tifosi "Onoriamo i diffidati" intonato anche dai giocatori in campo e andato in onda giovedì 17 ottobre durante il telegiornale serale di RaiUno, ha deciso di proporre querela per diffamazione a mezzo stampa. 

Dopo lo sdegno e le esternazioni di Pio e Amedeo e la risposta sottile della Curva Nord durante la partita di ieri contro il Casarano "Onoriamo i disoccupati", la società rossonera - che già si era espressa sull'accaduto - ha ritenuto meritevole di persecuzione a norma di legge il gratuito accostamento tra l’attività mafiosa (pur presente nel territorio), le condotte dei tifosi ed i rapporti con la società e i suoi tesserati, tirati in ballo in modo gratuito ed offensivo dall’autore del servizio televisivo.

L’incarico di valutare tutti i presupposti dell’azione e di predisporre la conseguente querela è stato affidato all’Avv. Michele Vaira.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dramma a Cerignola: spara e uccide la vicina, ferisce la moglie e poi si toglie la vita

  • Omicidio nel Foggiano: ucciso 'Fic secc', noto esponente della criminalità garganica

  • Spaventoso schianto sulla A16, perde il controllo dell'auto e si ribalta: l'uomo alla guida è di Foggia

  • Madre urla disperata, bimbo rischia di soffocare con un pezzo di wurstel: autista soccorritore del 118 gli salva la vita

  • Terribile incidente stradale, auto a forte velocità investe ragazzo: "È molto grave, preghiamo per lui"

  • Incidente stradale nel Foggiano: si ribalta mezzo, grave il conducente rimasto incastrato e liberato dai vigili del fuoco

Torna su
FoggiaToday è in caricamento