"Fate la valigia e andate via da Foggia". La Curva Nord dichiara guerra alla società. "Chi sbaglia pagherà"

Duro messaggio degli ultras che promettono di ostacolare ogni iniziativa della dirigenza. Voci di popolo alimentano la rabbia della tifoseria stufa di "ormai prevedibili giochetti"

La Curva Nord

"Qualora non doveste andare via dalla nostra città, sappiate che verrà a mancare il nostro sostegno sia economico che di tifo sugli spalti casalinghi. Garantiremo la nostra presenza, dove ce ne fosse data la possibilità, solo in trasferta a difesa della maglia e della nostra città. Ostacoleremo ogni vostra iniziativa con ogni mezzo a nostra disposizione. Quelli come voi non ci meritano". È la dichiarazione di guerra della Curva Nord alla società del Foggia Calcio. La tifoseria organizzata usa toni duri. Gli ultras premettono che i loro comunicati "non sono un osanna politico a nessuno, né tantomeno una presa di posizione nei confronti di qualcuno" e la politica "va tenuta fuori dal contesto calcistico".

La loro disamina ricostruisce in "ordine cronologico la storia degli avvenimenti che si sono succeduti. Qualche comunicato fa - scrivono - avevamo chiesto alle autorità competenti, nella fattispecie al primo cittadino, di vigilare sulle situazioni societarie alquanto preoccupanti e di tutelare l’onore del Foggia Calcio già troppe volte violato e maltrattato. Detto fatto, anche con un certo stupore dobbiamo dar merito a coloro i quali hanno fino ad oggi vigilato sulle imbarazzanti vicende societarie, portando alla luce di tutta la comunità alcuni aspetti fondamentali che diversamente avremmo potuto conoscere per tempo; certamente se tutto ciò fosse stato fatto in passato probabilmente ci saremmo risparmiati abili faccendieri alla guida della società calcistica ma come si suol dire: errare è umano, perseverare è diabolico. Ad inizio agosto - proseguono - è stato chiesto all’attuale compagine societaria di fornire garanzie reali in previsione di un possibile campionato tra i professionisti, purtroppo prendiamo coscienza che soltanto uno dei tre moschettieri ha fornito quanto richiesto". Voci popolari alimentano la rabbia della Curva Nord e "di ritiro nemmeno l'ombra".

"Poi - continuano - abbiamo letto di calciatori definiti 'importanti' che alla prima occasione utile si accasano altrove magari in società che ritengono più sane o magari in società che prima pagano i 'lauti' stipendi e poi chiedono le liberatorie e non di certo il contrario". E avvertono: non staranno a guardare gli "ormai prevedibili giochetti" e "chi sbaglia pagherà".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

E parte l'avviso di sfratto: "Vi diamo un consiglio che sicuramente vorreste accettare, considerato che alcuni di voi non hanno dimostrato di avere le opportune credenziali finanziarie, considerato soprattutto l’interesse ad acquisire le quote societarie da parte di imprenditori con un certo appeal, vi invitiamo a fare la valigia e a lasciare la nostra città perché se malauguratamente per voi doveste continuare la sventura con il Calcio Foggia, non troverete da parte nostra un ambiente familiare bensì un muro di Ultras".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ultima ora: rinvenuto cadavere di un uomo

  • Francesco è "grave ma stabile", altre ferite compatibili con un'arma da taglio: è caccia agli autori della violenta rapina

  • Salvini contestato a San Giovanni, replica ai fischi e al coro "scemo, scemo": "Mia figlia di 7 anni più evoluta di voi"

  • Ultima ora: violenta rapina in un bar di Foggia

  • È morto Rocco Augelli

  • Paura sulla Statale 16: auto con due bambini a bordo finisce fuori strada, l'incidente tra Foggia e San Severo

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FoggiaToday è in caricamento