rotate-mobile
Mercoledì, 10 Agosto 2022
Sport

Foggia Calcio: Porreca apre ad un suo ingresso, ma tiene banco la questione allenatore

Il presidente della Camera di Commercio di Foggia ha annunciato la disponibilità all'acquisizione di una piccola quota. Di Bari alle prese con la ricerca del sostituto di Padalino e con i rinnovi dei big

A quasi dieci giorni dall’addio di Padalino alla panchina rossonera, in casa Foggia si continua a lavorare per cercarne il sostituto. Un’operazione che sta richiedendo più tempo del previsto, stando a quanto aveva affermato all’indomani il presidente Lo Campo (“entro mercoledì 4 giugno annunceremo il nuovo tecnico”, ndr).

PROFILO GIUSTO – Se è vero che non serviranno gli estenuanti viavai tra un istituto bancario ed un altro, né le folli corse contro il tempo per ottenere l’iscrizione in Lega Pro, è altresì vero che bisogna quanto prima mettersi in moto per pianificare la stagione che verrà. Ecco perché il diesse Di Bari, dovrà sì ponderare al meglio sull’allenatore, ma contestualmente accelerare i tempi.

Nel corso dei giorni sono diversi i nomi che si sono succeduti. Suggestivi alcuni, improbabili altri, dal sapore nostalgico altri ancora.
Il punto di partenza, dovrà essere la ricerca del risultato attraverso il bel gioco, prerogativa del tecnico Padalino, condivisa con convinzione dalla dirigenza. Non si potrà tuttavia prescindere da alcuni aspetti: il tecnico che verrà dovrà prendere consapevolezza del fatto che non si troverà in una società dai fondi illimitati, e che almeno nel primo anno dovrà costruire una squadra in grado di disputare un buon campionato e preparare le basi per puntare alla B nella prossima stagione. A conti fatti, è il motivo che ha spinto Padalino a rifiutare l’offerta della società.

Tra i vari nomi, nei giorni scorsi era emerso quello di Mimmo Toscano, ex tecnico della Ternana con la quale conquistò la serie B nella stagione 2011/12, e un eccellente nono posto nella serie Cadetta la scorsa stagione. Out Giovanni Bucaro, accordatosi con il Savoia, stesso discorso per Giovanni Stroppa, il quale dopo gli esoneri rimediati a Pescara e La Spezia, è alla ricerca del riscatto in seconda serie. Restano in prima linea i nomi di Alberto Bollini, secondo di Reja, il cui destino è legato a quello dell’attuale tecnico della Lazio, di Moreno Longo – attuale allenatore della primavera del Torino, e di Giacomo Modica, fermo dal febbraio 2013, dopo essere stato collaboratore di Zdenek Zeman (con il quale condivide il credo tattico) sulla panchina della Roma. Tutti allenatori diversi, soprattutto per l’esperienza maturata, un fattore che sta portando Di Bari e la società a ragionare con attenzione.

RINNOVO CONTRATTI – Tutto tace anche sul fronte rinnovi. Di Bari e la società cercheranno di costruire l’organico partendo dalla conferma dei giocatori protagonisti dell’ultima stagione: Narciso, Giglio e Cavallaro. Per tutti e tre ci sono buone chance. Il bomber potrebbe rinnovare per un anno, senza però avere più la garanzia del posto da titolare. Diverso il discorso per Narciso e Cavallaro, che sono disposti a restare purché la società riconosca loro un aumento dell’ingaggio.

NUOVI INGRESSI? – Si è registrata negli ultimi giorni, l’apertura di Fabio Porreca, presidente della Camera di Commercio di Foggia, ad un suo ingresso in società. Porreca sarebbe disposto a rilevare una piccola quota, un segnale anche alle altre forze imprenditoriali, affinché si avvicinino alla causa rossonera. Ma come ha ammesso lui stesso “bisogna dare alle imprese garanzie e chiarezza sul progetto”. L’appoggio di Porreca si aggiunge a quello annunciato nelle scorse settimane da Tullio Capobianco. 

LE PRECISAZIONI DI FABIO PORRECA

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Foggia Calcio: Porreca apre ad un suo ingresso, ma tiene banco la questione allenatore

FoggiaToday è in caricamento