163 presenze in 7 anni con il Foggia, l'arrivederci di Loiacono ai tifosi: "Ho un nodo in gola, grazie di tutto"

163 presenze e 7 reti con la maglia del Foggia, dalla serie D fino alla scomparsa dei rossoneri nel calcio professionistico, passando per la B, Giuseppe Loiacono saluta Foggia

Giuseppe Loiacono

Anche Giuseppe Loiacono, il vicecapitano del Foggia ai saluti. Il ricordo del suo primo allenamento a San Marco in Lamis, il giorno delle 100 presenze e la serie B.

L'arrivederci di Giuseppe Loiacono al Foggia

Speravo che questo momento non arrivasse mai, o per lo meno l’avevo immaginato in maniera diversa! Per sette anni ho indossato questa maglia, avete imparato a conoscermi e sapete quanto sia difficile per me esprimere le mie emozioni, eppure sono qui a scrivere con un nodo in gola...

Mi ricordo il mio primo giorno, come se fosse ieri, ero appena che un ragazzo 20enne, San Marco in lamis, ragazzi che andavano e venivano con la speranza di far parte del progetto, poi la prima partita ufficiale a Termoli dove per la prima volta ho capito cosa vuol dire davvero tifare per la propria squadra del cuore ,da quel momento ho vissuto emozioni indimenticabili che mi porterò sempre con me; un susseguirsi di successi sia personali che di squadra, ottenuti con sudore sacrifici e lacrime, come la riammissione in serie C, le mie 100 presenze, il ritorno dalle trasferte con il piazzale gremito di tifosi che ti facevano respirare nell’aria gioia infinita e infine tatuato nel cuore (e non solo) quel traguardo che tutti sognavano e aspettavano da tantissimi anni...

Poi purtroppo nel calcio così come nella vita ci sono anche i dispiaceri e momenti negativi dove sembra che il mondo ti crolli addosso e diventa tutto nero... non dover più entrare in quello stadio che mi ha visto crescere, che mi ha fatto maturare sia come calciatore che come uomo, che ogni giorno mi faceva sentire a casa, che non vedevi l’ora arrivasse la domenica per emozionarti! 

Eh già proprio così tutto questo è stato meravigliosamente meraviglioso ... per questo sento il dovere di ringraziare tutti dal primo all’ultimo,nessuno escluso!

Grazie per avermi accolto e fatto crescere come uno di voi, Grazie per avermi dato la possibilità di diventare l’uomo che sono, grazie per tutto quello che mi avete trasmesso, grazie per tutti questi anni meravigliosi passati insieme, grazie di tutto, porterò per sempre con me questo meraviglioso ricordo.

Spero che questo sia solo un arrivederci...

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La piccola Alice non ce l'ha fatta: è morta la bimba di 6 mesi in vacanza con i genitori sul Gargano

  • Scossa di terremoto a Foggia e sul Gargano

  • Risucchiata dalle correnti bambina sprofonda giù, fratellino tenta di salvarla ma rischia di annegare. "Salvi per miracolo"

  • Incidente mortale: 20enne perde la vita in un terribile scontro frontale, nove persone ferite

  • Angelo non ce l'ha fatta: si è spento a 26 anni "un ragazzo fantastico". Due anni fa l'incontro con l'idolo Pippo Inzaghi

  • Attimi di terrore a Vieste: bimba di 6 mesi rischia di morire soffocata, sanitari le salvano la vita

Torna su
FoggiaToday è in caricamento