Foggia-Aprilia 1-1 | La prodezza di Cavallaro risponde a D'Anna

Nella prima giornata di campionato, i rossoneri pagano lo scotto di una condizione non ancora ottimale, e riescono a trovare soltanto un pareggio. Al vantaggio di D'Anna deviato, risponde la grande rete del fantasista splendidamente lanciato da Venitucci

Cavallaro esulta dopo aver siglato il gol del pari

Cosa si ricorderà di un pareggio in casa contro l’Aprilia? Resterà il bellissimo lancio di Venitucci per il gol di Cavallaro. Resterà  la splendida cornice di pubblico, lo straordinario supporto dei tifosi, costante, imponente, che è proseguito anche nel fine partita. Applausi per un Foggia apparso ancora lontano da una condizione fisica ottimale, che ci ha comunque messo cuore, gambe, fino a quando il fisico ha retto (i crampi di Venitucci e Filosa ne sono una conferma) e che avrebbe anche potuto portare a casa i tre punti con un po’ di lucidità in più.

SERIE NUOVA, MODULO VECCHIO – Dopo vari esperimenti tattici, Padalino decide di riaffidarsi al collaudato modulo della scorsa stagione. Il 3-1-4-2 presenta però diversi nuovi interpreti, a cominciare dai difensori Filosa e Pambianchi, ai lati di D’Angelo, passando per Venitucci nel ruolo di vice Quinto, con Agnelli e D’Allocco ai suoi lati.
In realtà dopo pochi minuti si capisce che lo schieramento è assai più spregiudicato. Cavallaro, conferma di non possedere le caratteristiche per percorrere tutta la fascia, né le qualità per difendere. Così spesso capita che il Foggia si schiacci tutto sul versante destro, lasciando preoccupanti buchi a sinistra, dove il generosissimo D’Allocco cerca di porre rimedi facendo un po’ il mediano, un po’ l’esterno.
Il gioco però latita. Venitucci alterna ottime intuizioni a pause logiche per chi come lui, non è ancora al top; in avanti il duo Leonetti-Giglio appare piuttosto appesantito.
Non che gli avversari facciano granché, anzi, il tecnico Ferazzoli avrà di che rammaricarsi, per gli spazi sulla propria corsia destra raramente sfruttati.

Il duo offensivo del Foggia va vicino al gol due volte in un minuto, sono azioni estemporanee. Seguirà un altro quarto d’ora di nulla, caratterizzato da tanti errori, e dalla cattiva disposizione in campo dell’undici di Padalino. L’infortunio alla spalla occorso a D’Allocco al 34’, paradossalmente corre in aiuto al tecnico foggiano, perché gli consente, con l’ingresso di Licata, di ridisporre i suoi, e di coprire meglio il campo.

Un minuto dopo però arriva il gol di D’Anna, con un destro non irresistibile, ma reso imparabile per Micale da una deviazione. Rossoneri scossi, incapaci di prodursi in una efficace reazione, ma sempre supportati dallo splendido pubblico dello Zac.

LE PAGELLE 

SECONDO TEMPO – L’inizio della ripresa sembra più una prosecuzione del primo tempo. I pacchiani errori di Savarise e Filosa alimentano i mugugni di qualche tifoso in tribuna, mentre in avanti Cavallaro divora una colossale occasione di testa al 14’. 5 minuti dopo dimostra però di essere assai più bravo con i piedi. Il gol del pareggio è la cosa più bella della gara, a partire dalla spettacolare sventagliata con cui Venitucci taglia il campo, fino al controllo di petto del numero 10 rossonero, al dribbling a rientrare su Mbodi e all’elegante piatto con cui supera Ragni.
Gol da categoria superiore, come il pubblico dello Zaccheria, che si esalta e spinge la squadra nei restanti 20 minuti. Ma la costante pressione offensiva, eccezion fatta per un’occasione sciupata da Leonetti al 33’, non produrrà più grandi occasioni. Finisce con gli applausi del pubblico che ha apprezzato gli sforzi della squadra. E’ un pari che non può soddisfare, ma da oggi si è cominciato a respirare un’aria nuova, lontana dai miasmi del dilettantismo, e questo è ciò che conta di più.

Tabellini

Foggia (3-1-4-2) Micale; Filosa, D’Angelo, Pambianchi; Venitucci (39’st Martino); Savarise (26’st Grea), Agnelli, D’Allocco (34'pt Licata), Cavallaro; Giglio, Leonetti. A disp. Monaco, Sciannamè, Quinto, Ardore. All. Padalino

Aprilia (4-4-2) Ragni; Mbodi, Del Duca, Marino, Frigerio; D’Anna (47’st Petagine), Corsi, Amadio, Mazzarani; Ferrara (25’st Marfisi) Ferrari (34’st Barbuti). A disp. Caruso, Impagliazzo, Iannascoli, Rante. All. Ferazzoli

Arbitro: Vesprini di Macerata

Marcatori: 35’ D’Anna (A) , 19’st Cavallaro (F)

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Ammoniti: Pambianchi (F), Ragni (A) , Cavallaro (F), Ferrari (A), Giglio (F)  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Blitz antimafia a Foggia. Smantellato traffico di droga: 16 arresti, tra cui uomini della 'Società'

  • Coronavirus, ordinanza di Emiliano sulle scuole: da lunedì sospese le lezioni in presenza per le ultime tre classi

  • Coronavirus, l'avanzata dei contagi preoccupa la Puglia: "Si deve uscire solo per lavorare, istruirsi o altre gravi necessità"

  • Ecco la bozza del nuovo Dpcm: bar e ristoranti chiusi alle 18. Stop a palestre e piscine

  • 423 contagiati a Foggia, Landella firma l'ordinanza: vie e piazze della movida "chiuse" dopo le 21 nel fine settimana

  • La 'Società Foggiana' messa spalle al muro: 16 arresti. Duro colpo al narcotraffico della rete criminale del 'Primitivo'

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FoggiaToday è in caricamento