Un foggiano alla maratona di Istanbul, Felice Infante tra i 20mila partecipanti

Insieme a lui altri 20mila atleti in rappresentanza di 70 nazioni. "Correrò la 35^ edizione della Intercontinental Istanbul Eurasia Marathon"

Il maratoneta Felice Infante

"Negli ultimi tempi, quando partecipo ad una grande maratona all'estero, comincio a pensare che ormai siamo ai titoli di coda di un grande sogno che dura da quasi mezzo secolo e che sta per finire. Questa mia insicurezza si identifica nell'età che non allevia affatto la fatica necessaria per preparare una maratona lunga oltre 42 km. Ma la programmazione di maratone in luoghi da favola aiuta a trovare gli stimoli giusti per superare le difficoltà”.

Nulla riesce ad abbattere il maratoneta foggiano Felice Infante, il 64enne di Foggia che nella sua vita ha preso parte a 102 maratone e oltre 1600 competizioni: né l’età che avanza, né la stanchezza fisica, né il fisiologico bisogno di riposo. C’è sempre una nuova gara cui partecipare, un nuovo posto da visitare, nuovi amici con cui gareggiare. “E' proprio per questo motivo che correrò la 35^ edizione della Intercontinental Istanbul Eurasia Marathon, il prossimo 18 novembre”, spiega. “La partenza avrà luogo sul mitico ponte sul Bosforo, dove avremo la possibilità di attraversare, in un attimo, i due continenti: Europa ed Asia”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Alla maratona saranno presenti 20mila atleti in rappresentanza di 70 nazioni che correranno su un percorso molto duro, fatto di continui “saliscendi”. “Ma la città, bellissima e ricca di storia millenaria, farà passare la fatica in secondo piano”, continua. Infatti, i maratoneti avranno modo di attraversare il Ponte Galata pieno di pescatori al lavoro, il Palazzo Imperiale, la Moschea Blu e le Chiese cattoliche che comunicano un senso di mescolanza di culture e storie diverse e lontane, accomunate da uno scenario comune e piazza Taksim, simbolo della Guerra d'Indipendenza del 1923 che riconosce Ataturk, il padre della patria, come l'artefice della loro libertà. Una traversata nelle storia, il cui arrivo è previsto tra l'ippodromo ed il circo romano di Costantinopoli su cui sorge la moderna piazza Sultananmet.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Blitz antimafia a Foggia. Smantellato traffico di droga: 16 arresti, tra cui uomini della 'Società'

  • Ecco la bozza del nuovo Dpcm: bar e ristoranti chiusi alle 18. Stop a palestre e piscine

  • Smantellata organizzazione mafiosa: 48 arresti nel blitz 'Gran Carro', misure cautelari anche in provincia di Foggia

  • La 'Società Foggiana' messa spalle al muro: 16 arresti. Duro colpo al narcotraffico della rete criminale del 'Primitivo'

  • Coronavirus, altri 13 morti in Puglia: i nuovi contagi sono 772

  • Attimi di terrore sulla A16: conflitto a fuoco tra polizia e ladri all'altezza di Candela

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FoggiaToday è in caricamento