Sabato, 31 Luglio 2021
Sport

Aia Foggia, ufficiale la riconferma di Di Paola alla presidenza: “Ripartiamo con rinnovato entusiasmo”

La Commissione nazionale di Disciplina d’appello dell’Aia ha respinto il ricorso che Lucia Abruzzese aveva presentato contro la bocciatura della propria candidatura per irregolarità tecniche. Di Paola: “Impegno, passione e cuore saranno ancora una volta a disposizione dei nostri arbitri”

Lo scorso 16 dicembre si sono tenute le elezioni per la scelta del Presidente della Sezione di Foggia dell’Associazione Italiana Arbitri. Il responso dell’assemblea elettiva sezionale è stato univoco: gli associati dauni hanno riconfermato la loro fiducia in Antonello Di Paola, affinché possa guidarli nel prossimo quadriennio olimpico.

“Sono felice di poter continuare l’importante percorso virtuoso che vede la crescita umana e tecnica dei nostri ragazzi come unico obiettivo comune da perseguire”, sono state le prime parole del Presidente eletto. L’assemblea elettiva del 16 Dicembre, ove mai ce ne fosse bisogno, ha evidenziato, ancora una volta, la ricchezza di idee e lo spessore umano e tecnico degli arbitri foggiani, di cui Di Paola si dice davvero orgoglioso.

Alle ore 16 l’Ufficio di presidenza dell’Assemblea, composto dall’Avv. Daniele Labianca in qualità di Presidente, dall’Avv. Marco Anniballi come Vicepresidente, dal Dott. Vincenzo Rosiello quale Responsabile informatico e dagli arbitri in attività Fabrizio Consales e Giuseppe Croce, ha dato inizio ai lavori, a cui gli oltre 120 arbitri hanno partecipato in via telematica, mediante la piattaforma Zoom. Subito è stato il turno della relazione del Presidente uscente e candidato unico Antonello Di Paola, il quale ha ricordato alcuni momenti storici del quadriennio olimpico appena concluso: dalla visita del compianto Stefano Farina alla lezione tecnica dell’allora massimo rappresentante degli arbitri italiani nel mondo Gianluca Rocchi, passando per la riunione tenuta dall’ex assistente internazionale Paolo Calcagno. Momenti che hanno segnato in profondità la vita della sezione dauna e che hanno visto la partecipazione delle più alte Autorità politiche e civili del capoluogo. La sezione ha potuto trarre nuova linfa dai prestigiosi ospiti intervenuti in questi quattro anni, percorrendo una strada all’insegna dei sani valori dell’associazionismo, senza che alcuna tensione potesse minare l’armonia tra gli associati.

“Lealtà, solidarietà umana, correttezza e meritocrazia non hanno mai abbandonato il lavoro del consiglio direttivo ed oggi la mia elezione rappresenta la vittoria di questi valori che sono certamente prevalenti rispetto a sfrenati arrivismi personali. La vera immagine della nostra associazione è quella di un corpo formato da tanti membri, i quali non hanno altro obiettivo che la maturità tecnica ed umana delle giovani leve e la concordia interpersonale. Questa è l’Associazione Italiana Arbitri” ha proseguito Di Paola nel suo intervento.

Un passaggio è riservato a presunte irregolarità, paventate da un’associata: “Certo, mi amareggia pensare che qualcuno, oggi, possa mettere in dubbio la precisa applicazione dei regolamenti associativi con ricostruzioni fantasiose facilmente smentite anche dagli organi di disciplina nazionali; ciò è soprattutto ingeneroso verso quella stessa Associazione che ti ha consentito di avere promozioni e soddisfazioni sempre all’insegna del rispetto delle regole e della meritocrazia. Valori mai derogabili da parte di nessuno”.

Ha poi affermato Di Paola: “Sono pronto anche a farmi carico di talune delusioni che oggi devono lasciare spazio agli interessi generali della sezione arbitri di Foggia, la quale deve continuare a lavorare condividendo i veri obiettivi del prossimo quadriennio. Impegno, passione e cuore saranno ancora una volta a disposizione dei nostri arbitri, perché il nostro obiettivo è quello di dotare le ragazze ed i ragazzi che si avvicinano al nostro mondo di un valore aggiunto, di un “talento” che possano mettere a frutto nella loro esperienza umana.  La missione propria dell’A.I.A., infatti, è quella di trasmettere ai nostri arbitri valori saldi e concreti, che possano renderli uomini pronti ad affrontare le sfide del campo e della vita”.

In conclusione, gli auspici del presidente eletto: “Oggi è il momento di ripartire con rinnovato entusiasmo e donare ai nostri ragazzi la voglia di tornare in campo con la speranza che la pandemia finisca e finalmente si ritorni tutti insieme a frequentare i campi di periferia, dove il nostro fischietto possa far tornare a rotolare un pallone di calcio. Ringrazio tutti gli associati che hanno scelto nuovamente la mia persona, perché è grazie ai loro consigli e alle loro critiche costruttive che, tutti insieme, potremo far crescere la Sezione A.I.A. di Foggia “A. Formillo”.

Intanto, la Commissione di Disciplina d’Appello dell’A.I.A., con delibera prot. n. 18 del 22 dicembre 2020, ha rigettato il ricorso presentato da Lucia Abruzzese, la cui candidatura alla presidenza della sezione era stata bocciata a causa di alcune irregolarità. La Abruzzese, dopo un primo reclamo presentato all’ufficio presidenza dell’assemblea sezionale, si era rivolta alla Commissione di Disciplina d’Appello dell’Aia, che ha confermato la decisione iniziale: “L’esito conferma l’ineccepibilità di tutte le decisioni che hanno riguardato la competizione elettorale per l’elezione del Presidente degli arbitri foggiani”, ha concluso Di Paola.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Aia Foggia, ufficiale la riconferma di Di Paola alla presidenza: “Ripartiamo con rinnovato entusiasmo”

FoggiaToday è in caricamento