Domenica, 24 Ottobre 2021
Sport Ischitella

Alle Universiadi brilla la nuotatrice Elena Di Liddo: argento per la stella “foggiana”

Primo sigillo della spedizione asiatica dell'Università di Foggia nei 100 stile 'Farfalla' Il Rettore: "Bravissima Elena, ti aspettiamo a Foggia con la medaglia al collo"

Elena Di Lillo – poco più che ventenne, originaria di Bisceglie, studentessa del corso di laurea triennale in Scienze delle attività motorie e sportive del Dipartimento di Medicina clinica e sperimentale – è la prima medaglia “Made in UniFg” alle Universiadi 2015 in corso di svolgimento a Gwangju (Corea del Sud). Una medaglia d'argento, poiché la bravissima nuotatrice pugliese ha conquistato il secondo posto nella finalissima dei 100 mt “Farfalla” con un tempo finale di 58”29 (dietro la cinese Ying Lu, vincitrice con 57”83).

Commenta la delegata del Rettore alle Attività sportive dell'Università di Foggia, prof. Donatella Curtotti: “E' un grande successo non solo del nostro Ateneo ma di tutto lo sport e segnatamente del nuoto italiano. Questo risultato, a mio avviso, restituisce la forza per credere ancor di più nella delicata missione che dobbiamo svolgere: quella di stare accanto ai nostri atleti in ogni momento, consegnandogli un percorso formativo adeguato che gli consenta di salire sui podi più prestigiosi del mondo e al tempo stesso di essere ottimi tecnici e manager dello sport. Ecco l'esempio concreto di un nostro studente che, se lo vorrà, potrà accedere credo senza alcune difficoltà alle agevolazioni garantite e previste dalla doppia carriera Studente – Atleta». Una misura didattica e programmatica di incentivazione che l'Università di Foggia, prima ed unica in Italia, ha presentato qualche settimana fa presso la sede del Comitato del Coni, proprio alla vigilia della partenza degli studenti UniFg alle Universiadi 2015”.

Appresa la notizia del brillante secondo posto conquistato da Elena Di Liddo, sono scattati i festeggiamenti sia tra l'entourage tecnico e tra i familiari dell'atleta sia nel suo paese di origine Bisceglie (da cui provengono, in realtà, molti altri studenti dell'Università di Foggia).

Insieme a tutti gli altri atleti dell'Università di Foggia, non solo a quelli che hanno conquistato un podio o fatto registrare un ottimo risultato agonistico, Elena Di Liddo al suo ritorno verrà ricevuta dal Rettore e dalla Delegata alle Attività sportive che intendono congratularsi personalmente: “I miei più sinceri complimenti a questa studentessa allo staff che la allena, alla Federazione che la segue e al nostro Dipartimento che la sta formando da un punto di visto prettamente didattico. Queste soddisfazioni ripagano dei grandi sforzi che questi ragazzi devono sostenere per coltivare la loro passione e al tempo stesso per restare al passo con gli esami: l'auspicio è che questa medaglia sia di esempio per tutti gli altri studenti che, anche se non a questi livelli, intendono cimentarsi nella doppia carriera di allievo universitario e atleta agonista. Questa Università, prima in Italia, si è dotata di una regolamentazione adeguata, ammodernando la concezione ormai lisa secondo cui o si studia o si fa altro. L'Università di Foggia si candida ad accogliere tutti gli atleti che, meritandoselo didatticamente s'intende, vogliono provare a portare fino in fondo entrambi i percorsi. Grazie Elena, ti aspettiamo a Foggia. Con la medaglia al collo, naturalmente”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Alle Universiadi brilla la nuotatrice Elena Di Liddo: argento per la stella “foggiana”

FoggiaToday è in caricamento