Sport Stadio / Viale Ofanto

U.s. Foggia, decisioni Giudice Sportivo: non si placano le polemiche

L'ammenda alla società, l'inibizione di Casillo e la squalifica di Candrina hanno il sapore della beffa per una squadra che si sente sempre più penalizzata. Zeman suona la carica per le ultime tra gare di campionato

A quattro giorni dalla sconfitta patita in casa contro la Nocerina, tra i satanelli non si placa la rabbia per i tanti episodi che nel corso della stagione hanno penalizzato la squadra. Se sul campo la sconfitta di sabato scorso ha quasi del tutto estromesso il Foggia dalla lotta per i play off, nell'ambito disciplinare la situazione ha generato ulteriori strascichi.

La squalifica di Candrina, reo, in quanto capitano, di non aver riportato la calma nel post partita, l'inibizione del presidente Casillo fino al 31 dicembre prossimo e i 20mila euro di multa per le intemperanze dei tifosi assumono i contorni di un'autentica beffa per una squadra che da mesi si sente penalizzata.

In un nuovo comunicato stampa la società manifesta il proprio disappunto nei confronti di tali provvedimenti evidenziando anche la disparità adottata dal giudice sportivo nel comminare multe: "Multa di Euro 20.000,00 per gli episodi accaduti sul terreno di gioco. Il settore che ospitava i tifosi ospiti brulicava di bombe carta esplose durante l´incontro e cosa succede? La Nocerina viene sanzionata con 1.500 Euro di multa e Noi, che siamo "ricchi di famiglia", con 20.000 Euro".

C'è sdegno anche per l'inibizione di Casillo che nel sottopassaggio sarebbe stato oggetto di offese e di frasi calunniose proferite dall'allenatore della Nocerina Auteri che è stato squalificato soltanto per una giornata. La società rossonera non ci sta e chiede anche l'apertura di un fascicolo su alcune partite disputatesi nelle ultime giornate conclusesi con dei risultati che "hanno dell'inverosimile".

Intanto la squadra ha ricominciato ad allenarsi in vista della gara di domenica prossima in casa del Benevento. Zeman cerca di catalizzare l'attenzione solo sul campo "Sono contento per la prestazione di domenica perché giocavamo contro la capolista e siamo andati in gol tre volte. Ora dobbiamo ritrovare le motivazioni per affrontare queste ultime tre partite al meglio e dimostrare che non siamo inferiori a nessuno; i bilanci poi li tracciamo alla fine". Più diplomatico sulla questione arbitri: "Di norma ci dovrebbe essere equilibrio tra gli errori arbitrali a favore e contro, questo equilibrio con noi non c'è stato, siamo stati sfortunati".
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

U.s. Foggia, decisioni Giudice Sportivo: non si placano le polemiche

FoggiaToday è in caricamento