menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Foggia attende il nuovo mister: tutti gli indizi portano a Delio Rossi

Rumours parlano di una cena tra il tecnico e Luca Nember. Tramontata la pista Delneri, nessun riscontro su Calori e Drago

La nuova era deve ancora iniziare. Dal triplice fischio di Livorno-Foggia si cammina a tentoni nel limaccioso terreno dell’incertezza, tra nomi che si accavallano, smentite che seguono parziali annunci. La certezza unica, per adesso, è che Grassadonia non siederà più sulla panchina del Foggia. Il tecnico salernitano è il primo della gestione successiva alla mancata iscrizione del 2012, a essere esonerato a campionato in corso.

Aggiornamenti: le ultimissime qui

L’immagine dell’ormai ex allenatore rossonero che malinconicamente abbandona a piedi la sede della Tamma, pochi istanti dopo essere stato sollevato dall’incarico, fotografa l’infuocata giornata di ieri, che ha poi visto i vertici societari (i fratelli Sannella, il presidente Lucio Fares e il diesse Luca Nember) incontrare un gruppo di calciatori (Agnelli, Loiacono, Tonucci, Kragl, Iemmello e Mazzeo) più rappresentativi, verosimilmente per fare il punto della situazione, per annunciare il cambio della guida tecnica, temporaneamente affidata a Gaetano Pavone, tecnico della Primavera. Ma per il nuovo tecnico potrebbe essere questione di minuti o di ore. La sensazione è che entro la giornata di oggi arriverà la fumata bianca.

Il vertice di ieri alla Tamma è stato utile per discutere principalmente sul profilo, ovvero se affidarsi a un tecnico “da progetto”, o a un elemento chiamato a salvare la stagione, e a discutere semmai il proprio futuro a giugno. Ecco perché la scelta sembra essere ricaduta su Delio Rossi (tecnico voglioso di rilancio ma amante della piazza e quindi eventualmente disposto ad accettare un contratto breve), la soluzione potenzialmente migliore, per molti la più gradita ai Sannella, sicuramente la più apprezzata dalla piazza. Rumours parlano di un incontro a cena tra l’ex tecnico di Salernitana, Lazio, Fiorentina e Bologna e Luca Nember, che però nel corso dell’incontro alla Tamma, avrebbe proposto ai Sannella un altro nome.

Molto meno probabili le voci legate a Gigi Delneri, per il quale si parla anche di un’opzione Bologna, in caso di esonero di Inzaghi. Altri nomi, da Guidolin a Calori (annunciato dal Corriere dello Sport come terzo incomodo tra Rossi e Delneri) passando per Drago, non hanno mai trovato i riscontri della concretezza.

Il che lascia intuire che, a differenza di quanto accaduto la scorsa estate, il direttore sportivo non deciderà da solo il nome del futuro allenatore del Foggia. D’altronde lo stesso Franco Sannella, rispondendo ai cronisti all’uscita dalla sede della Tamma, è stato laconico: “C’è stata la proposta del diesse, ma stiamo valutando altri profili a prescindere dalle idee del direttore sportivo”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Si può andare a caccia e in un altro comune: per la Regione è “stato di necessità” per l’equilibrio faunistico-venatorio

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

FoggiaToday è in caricamento