I tifosi rossoneri attenti al sociale. Un assegno per sostenere la Caritas

All'iniziativa, promossa da Antonio Ciuffreda, ha partecipato anche la società rossonera, rappresentata da Agnelli, Coletti, Agostinone e il team manager Valente. Consegnato un assegno di 3500 euro. Ciuffreda: "Non ci fermeremo qui"

Il Foggia calcio e il sociale. Un binomio che si rafforza ulteriormente, grazie all’iniziativa promossa dall’imprenditore e tifoso rossonero Antonio Ciuffreda, che insieme al supporto di tanti foggiani, ha indetto una raccolta fondi. La Caritas di Foggia è stata la destinataria di un assegno di 3500 euro, denaro raccolto alla vigilia della finale di ritorno tra Foggia e Pisa.

IL VIDEO

L’ennesimo atto di solidarietà di una città fortemente attenta al sociale. A presenziare alla consegna dell’assegno, avvenuta ieri presso il Conventino di Foggia, anche una delegazione del Foggia calcio, composta dal capitano Cristian Agnelli, Tommaso Coletti, Giuseppe Agostinone e dal team manager Diego Valente.
“Per noi è il minimo presenziare, con la speranza di dar seguito a iniziative simili”, il commento di Agnelli. Una risposta anche a chi con troppa superficialità ha destinato critiche eccessive alla tifoseria rossonera, dopo quanto accaduto nella gara con il Pisa: “Sappiamo benissimo noi di Foggia chi siamo, conosciamo il valore del popolo foggiano sia a livello calcistico che nel sociale. Possiamo sempre dare di più, e da parte nostra ci sarà sempre il sostegno a iniziative di questo genere”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Ci hanno messo l’anima tutti, dalla società ai calciatori. Ci hanno incoraggiati, senza il loro supporto si sarebbe tutto arenato”, spiega Antonio Ciuffreda. “Mi ha convinto Don Francesco Catalano quando in una lettera mi ha raccontato la vicenda di cinque ragazze foggiane in stato di gravidanza intenzionate ad abortire. Don Francesco le ha convinte a non farlo, promettendo di aiutarle. Questa notizia mi ha dato una spinta in più. Un bambino è già nato e lo adotteremo, sperando ci ripaghino diventando dei piccoli campioni (sorride, ndr)”. Per il futuro promette altre iniziative: “Speriamo di non fermarci qua. Ho avuto rassicurazioni da parte dei giocatori. Coletti mi ha anche fatto una promessa, e ci darà una grossa mano”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Virus più sfuggente, in Puglia "il tracciamento salta" ma il sistema sanitario regge: non si escludono singoli lockdown

  • Coronavirus, ordinanza di Emiliano sulle scuole: da lunedì sospese le lezioni in presenza per le ultime tre classi

  • Covid, verso il nuovo Dpcm: coprifuoco tra le 22 e 23. Rischiano la chiusura parrucchieri, estetisti, cinema e teatro

  • "Che ore sono?", poi scatta la violenza: in cinque aggrediscono ragazzo in centro. "Togli la mascherina quando parli con noi"

  • In serata il nuovo Dpcm Conte: stretta sulla movida e ipotesi coprifuoco. A rischio sport dilettantisti, cinema e teatro

  • Coronavirus, quattro 'zone rosse' e 5 amaranto in Capitanata. Focolai rsa e covid-positivi in più della metà dei comuni

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FoggiaToday è in caricamento