U.s. Foggia, Casillo avverte Mongelli: “O il nuovo stadio oppure vado via”

Nel corso di una conferenza tenutasi ieri allo stadio Zaccheria, il patron della squadra rossonera ha lanciato l'aut aut al sindaco. L'agibilità dello Zaccheria e il progetto del nuovo stadio le principali preoccupazioni di Casillo

Il progetto del nuovo stadio non decolla e Pasquale Casillo minaccia di andare via. Il tira e molla della giunta comunale non piace al re del grano. Il patron dell’U.s. Foggia, nel corso di una conferenza stampa tenutasi allo Zaccheria, ha annunciato di aver rimesso nella mani di Mongelli la convenzione per la gestione dello stadio, non ancora a norma. Mancherebbero infatti una serie di certificati per ottenere l’agibilità ai 7500 posti.

Casillo ricorda che l’attuale società rossonera ha investito 250mila euro per arrivare a 12.500 posti e che una mancanza di programmazione sul futuro dello Zaccheria e soprattutto di una risposta in tempi brevi su quello del nuovo impianto sportivo, potrebbe indurre la società a farsi da parte. Nel corso della conferenza non sono mancate alcune frecciatine all’indirizzo dei vecchi soci, con i quali sarebbe nato un contenzioso.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La Puglia torna in zona arancione. Conte firma il nuovo Dpcm: restrizioni fino al 5 marzo, riecco la scuola in presenza

  • Scuola, si cambia di nuovo: "Superiori in Ddi al 100% per una settimana, elementari e medie in presenza (con ddi a scelta)”

  • Puglia in zona gialla 'rinforzata' fino al 15 gennaio: cosa è concesso fare (e cosa no)

  • La Puglia verso la zona arancione

  • Orrore nelle campagne di Cagnano, lupo trovato impiccato a un albero

  • Addio a Padre Marciano Morra: per 20 anni fu amico e confratello di Padre Pio

Torna su
FoggiaToday è in caricamento