Bizzarri respinge le critiche: "Ho fatto errori solo a Crotone. Le mie prestazioni in linea con quelle della squadra"

L'estremo difensore rossonero non si scompone malgrado gli facciano presente l'insoddisfazione della piazza: "Ho avuto bisogno di adattarmi alla categoria. La squadra? E' migliorata molto rispetto alla prima partita"

Albano Bizzarri

"Il portiere è un solitario", sosteneva Galeano. Una delle figure più affascinanti nel calcio, ma anche una delle più delicate, se non la più delicata in assoluto. Perché il portiere non può mai sbagliare, perché un solo errore può cancellare decine di prodezze. A Foggia, in particolare, il portiere viene visto sempre con una certa attenzione mista a diffidenza. D'altronde le ultime esperienze sono quasi un'autorizzazione. Normale che l'ultimo arrivato, Bizzarri sia sotto la lente d'ingrandimento: e le sue prestazioni nel primo segmento di stagione per una grande parte della tifoseria non sono state soddisfacenti.

Lui non è dello stesso avviso, e dice anche la sua sul suo inizio di stagione: "Adattarsi dalla A alla B non è stato così semplice. Ci è voluto un po' di tempo. Le mie prestazioni sono state al livello della squadra, a parte la gara di Crotone dove ho commesso degli errori. Sono convinto che migliorerò, ovunque sono stato ho cercato di portare punti con le mie prestazioni, ed è quello che voglio fare anche a Foggia". 

Risponde un po' stizzito alle critiche, pur senza lasciarlo trasparire dal volto sereno: "Non leggo i giornali e non so la gente che cosa dice. Non so se la gente che parla di me ha delle competenze specifiche, quindi non se se sia il caso di rispondere. In ogni caso non penso di aver fatto così male, a parte Crotone. Di certo criticare un giocatore in un momento positivo per la squadra a me sembra eccessivo. Sappiamo che questa è una piazza particolare, ma dobbiamo essere bravi a restare fuori dalle critiche e dalle pressioni". 

Sulle prestazioni della squadra il Bizzarri pensiero non si discosta da quello del mister e di Mazzeo: "Se uno guarda la partita di Coppa col Catania e le ultime capisce quanto la squadra sia migliorata. Ci sono degli automatismi da acquisire e per questo serviva del tempo. In ogni caso serve equilibrio nei giudizi, perché non eravamo scarsi dopo le tre sconfitte di fila e adesso non siamo il Barcellona. Siamo una squadra con ampi margini di miglioramento e un presente positivo che dobbiamo difendere".

Capitolo difesa, normale gli si chieda un parere sui 13 gol subiti: "Non sono un mago, col mister dobbiamo lavorare per capire come prendere meno gol. Ci vorrà un po' di tempo. So solo che le grandi squadre attaccano e difendono in undici. E' un problema da risolvere, per fortuna segniamo tanto ma non sempre ne possiamo segnare 3 a partite, e sarebbe carino per noi della difesa non subire gol ogni tanto":  

Intanto sabato c'è il Cosenza, impegno semplice solo sulla carta: "E' una squadra in crisi di risultati e questo per noi rappresenta un doppio pericolo. GIocano in casa e hanno necessità di fare punti, come l'abbiamo noi avendo solo 4 punti per via della penalizzazione che spero possano toglierci. Non dobbiamo giocare con sufficienza, ma essere più affamati di loro se vogliamo vincere". E a proposito di punti, non manca il parere sul campionato di B: "Anomalo senz'altro. Non sappiamo ancora se si aggiungerà una squadra (l'Entella, ndr). L'unica soluzione che abbiamo è quella di lavorare partita dopo partita per fare punti, anche se la sosta ha interrotto la nostra corsa. Quando uno si trova in buon momento speri che non si fermi il campionato, ma sta anche nella testa dei giocatori trovare l’entusiasmo e la voglia di andare a Cosenza e prendere un risultato positivo e continuare quello che stiamo facendo. La squadra è in un momento mentale importante, è carica emotivamente. Speriamo di fare una grande partita sabato".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sangue nel cuore della movida, colpita con i vetri di una bottiglia e sfregiata a vita: arrestata ragazza di 20 anni

  • Grave episodio in zona via Lucera: auto imbrattata con frasi, disegni volgari e sigle contro la polizia

  • Attimi di terrore in un supermercato: irrompono malviventi, durante la rapina minacciano e tentano di colpire cassiera

  • Coronavirus: oggi 32 morti in Puglia e 397 nuovi casi in provincia di Foggia

  • Spaventoso incidente in via Castiglione: ragazza abbatte tubo del gas e si schianta contro una farmacia agricola

  • Addio al dott. Michele Urbano, la Capitanata piange la scomparsa di un professionista "serio e laborioso"

Torna su
FoggiaToday è in caricamento