Giovedì, 21 Ottobre 2021
Sport

Calcio scommesse: 5 anni con radiazione all’ex rossonero Beppe Signori

Giocò nel Foggia nel triennio 89/92 alla corte del duo Zeman-Casillo. Fu tre volte capocannoniere nella massima serie. Il 1° giugno scorso Beppe gol era finito agli arresti domiciliari

Trentasei reti in 100 partite con la maglia rossonera, 188 gol e tre volte capocannoniere nel campionato di serie A. E’ soltanto una parte del palmares di Beppe Signori, l’ex attaccante piacentino che fece grande il Foggia nel triennio 89-92 e che oggi è stato condannato a una squalifica di 5 anni con radiazione alla permanenza in qualsiasi rango o categoria della Figc, per il coinvolgimento nello scandalo delle scommesse. Il 1° giugno scorso era finito agli arresti domiciliari.

Termina la favola di uno dei più grandi attaccanti che il panorama calcistico italiano abbia mai avuto. Di certo, la sentenza di primo grado diffusa dalla Federcalcio al termine della Camera di Consiglio della Commissione Disciplinare, rappresenta la più grande sconfitta della carriera calcistica ed extracalcistica del vice campione del mondo ad Usa ’94.

Il 17 agosto partirà la corsa all’appello con il secondo grado di giudizio presso la Corte di Giustizia Federale.

"Capi di imputazione così importanti andrebbero motivati ad personam e non facendo di tutta l'erba un fascio" è stato il commento di Ugo Vittori, legale di Giuseppe Signori. Per quanto riguarda lo stato d'animo di Signori, Vittori dichiara di "poter trasmettere solo il suo sconforto".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Calcio scommesse: 5 anni con radiazione all’ex rossonero Beppe Signori

FoggiaToday è in caricamento