Giovedì, 23 Settembre 2021
Sport

Il Foggia è in serie C: respinti i ricorsi di Picerno e Bitonto

La Corte Federale d'Appello ha respinto i ricorsi delle due società rispettivamente retrocesso in Serie D e penalizzato di 5 punti nel campionato 2019/20 nella sentenza di primo grado

Il Foggia è in serie C. Quello fino a oggi era una sentenza parziale, adesso può considerarsi definitiva. La Corte d'appello federale, infatti, ha infatti respinto i ricorsi presentati da Picerno e Bitonto, rispettivamente retrocesso in Serie D e penalizzato di 5 punti nel campionato 2019/20, dal tribunale Federale Nazionale in merito all'inchiesta per la presunta combine. 

Respinti anche i reclami dell'Audace Cerignola, costituitasi come terza parte interessata e della Procura Federale (che aveva chiesto l'esclusione dai campionati dei due club), dei calciatori e dirigenti coinvolti, eccezion fatta per Michele Anaclario, che vede ridursi la squalifica a un anno e otto mesi.

"Ora è ufficiale, la Corte federale ha respinto tutti i ricorsi. Siamo in C. Sono stati mesi durissimi e me la voglio godere con chi mi è stato veramente vicino. Ai detrattori, come al solito, zero spazio. È una grande vittoria per la città di Foggia, sempre bistrattata in passato, e per i tifosi, quelli veri", è il commento di Ninni Corda, direttore tecnico del Foggia e allenatore dei rossoneri nella scorsa stagione.

"Giustizia è fatta. Il Foggia ritorna nella categoria dei professionisti. Noi non moriamo mai, abbiamo uno spirito rossonero che è dentro di noi", ha dichiarato il sindaco di Foggia Franco Landella. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Foggia è in serie C: respinti i ricorsi di Picerno e Bitonto

FoggiaToday è in caricamento