menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Costi eccessivi, piscine chiuse per gli atleti agonisti. Il Comune di Foggia sollecita un tavolo con Regione e Provincia

L'amministrazione intende sollecitare un tavolo istituzionale con la Regione Puglia e la Provincia di Foggia per verificare la sussistenza di fonti di finanziamento dedicate, al fine di consentire agli atleti di potersi allenare in piscina anche in questo periodo di emergenza sanitaria

Questa mattina il sindaco di Foggia, Franco Landella, e l’assessore al Legale e Contenzioso, Sergio Cangelli, hanno incontrato a Palazzo di Città una delegazione degli atleti agonisti della Federazione Italiana Nuoto, accompagnati dagli allenatori Mario Ciavarella e Antonio Cetta.

"Sono state manifestate le difficoltà economiche a cui vanno incontro gli atleti e i gestori delle strutture natatorie per consentire agli stessi atleti di potersi allenare nel pieno rispetto delle normative vigenti imposte dai vari Dpcm. È evidente che i costi di gestione e manutenzione siano notevolmente maggiori rispetto a quelli sostenute dalle altre strutture sportive (a partire dalle spese necessarie per il riscaldamento dell’acqua e degli ambienti), anch’esse falcidiate dalle norme governative.

Premesso che l’Amministrazione comunale non può direttamente far fronte a questa problematica con risorse proprie, sia perché impossibile sotto un profilo economico-contabile sia per non creare disparità di trattamento rispetto alle altre discipline sportive, e prendendo atto della tipicità della questione, l’Amministrazione intende sollecitare un tavolo istituzionale con la Regione Puglia e la Provincia di Foggia per verificare la sussistenza di fonti di finanziamento dedicate, al fine di consentire agli atleti di potersi allenare in piscina anche in questo periodo di emergenza sanitaria"

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La strega comanda color color...rosso!

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

FoggiaToday è in caricamento