Sport

Casillo scarica la Platinum, avviata trattativa con cordata di imprenditori

Mancano 23 giorni e 1mln e 200mila euro per ripartire: 600mila per estinguere gli arretrati, tra stipendi e contributi, l'altra metà per la stipulazione della fideiussione bancaria

Corteo contro Casillo

E' finita, forse ancor prima che iniziasse, la trattativa tra la Platinum di Umberto Stranieri e il Foggia dei Casillo. La decisione di rinunciare all'acquisto della società, è giunta nella giornata di ieri, per mano del responsabile delle comunicazioni Sergio Capogreco attraverso un comunicato stampa.

Tramonta una trattativa mai del tutto decollata, andata avanti più a colpi di comunicati stampa velenosi che con incontri costruttivi. La Platinum si ritira, non per una scelta volontaria, ma per la palese volontà di Pasquale Casillo (manifestata tramite una telefonata), di non proseguire i contatti con il gruppo spagnolo.

I motivi risiedono nell'esistenza di un'altra trattativa, pare ben avviata, alla quale l'ex re del grano vorrebbe dare la priorità, con il beneplacito (e il fondamentale ausilio in termini di mediazione) del sindaco Gianni Mongelli, che da diverse settimane ha preso a cuore la questione U.S. Foggia. "Il sig. Pasquale Casillo, si legge nel comunicato - tramite contatto telefonico, ha espressamente invitato la Soc. Platinum a ritirarsi dalla trattativa, in quanto non più intenzionato ad interloquire con la stessa società. Il Sig.Pasquale Casillo, ci ha inoltre informati di avere in corso una ulteriore e concreta trattativa che intende fermamente perseguire. Prendiamo atto, anche se a malincuore, della decisione del Sig. Pasquale Casillo, rispettandone comunque la sua volontà, per non intralciare le trattative in corso".

Una triste presa di coscienza, dalla quale non trasuda però alcun rancore né spunto polemico nei confronti dell'attuale proprietà. La Platinum elegantemente ringrazia, saluta e si augura che qualcun altro riesca a raggiungere l'obiettivo che essa non è riuscita a cogliere.

Sul fronte societario dunque, si parla di una nuova cordata di imprenditori. Non è ancora dato sapere nomi e numero delle persone coinvolte, né se tra i potenziali acquirenti ci sia qualcuno che abbia già fatto parte in passato del sodalizio dauno.

Il tempo stringe, mancano 23 giorni e 1 milione e duecentomila euro per ripartire, seicentomila per estinguere gli arretrati relativi alla stagione da poco conclusasi (stipendi e contributi), più altri seicentomila per la stipulazione della fideiussione bancaria necessaria per ottenere l'iscrizione al prossimo campionato.

Quali saranno i protagonisti di questo ennesimo tentativo di risalita, ai tifosi interessa relativamente, perché quel che preme è che il calcio non scompaia dalla città di Foggia.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Casillo scarica la Platinum, avviata trattativa con cordata di imprenditori

FoggiaToday è in caricamento