Rinnovo Giglio, fumata nera. Il bomber saluta i colori rossoneri dopo due anni

L'attaccante non ha trovato l'accordo con la società: "Hanno fatto radunare la squadra prima di incontrarmi: si vede che non servivo più", il suo commento. Di Bari a caccia di nuovi innesti

Dopo 64 presenze e 31 reti in due stagioni, Giuseppe Giglio lascia il Foggia Calcio. Le parti non hanno raggiunto l’accordo. Il motivo del doloroso divorzio risiede forse nel lato umano più che in quello economico. "Hanno fatto radunare la squadra prima di incontrarmi: si vede che non servivo più”, le parole del bomber, che presto scrivere una lettera aperta rivolta ai suoi tifosi.
Giglio saluta dopo due grandi stagioni, e il gol contro il Poggibonsi, grazie al quale i rossoneri poterono festeggiare il ritorno in terza serie.

Il Foggia dunque ora avrà un buco in più da colmare nel reparto avanzato, e non sarà un’impresa facile per Di Bari, reperire un attaccante dall’analogo fiuto del gol, e con lo stesso carisma.

Come ha affermato il presidente Verile, al termine del cda, sono quattro i giocatori di spessore che Di Bari dovrà cercare di condurre in Capitanata. Verosimile che il reparto sul quale si interverrà sensibilmente sia proprio l’attacco, data la mancanza di una punta in grado di garantire un buon numero di gol. Con il rinnovo di D’Allocco (da non sottovalutare l’ipotesi di un suo impiego come terzino), e il probabile accordo con Agostinone, De Zerbi avrà a disposizione due centrocampisti in più, preziosi soprattutto per la loro duttilità. Ma non è da escludere che possa arrivare un altro centrocampista.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La difesa è l’altro reparto sul quale occorre intervenire. Oltre a Gigliotti, D’Angelo e Loiacono, la formazione rossonera non dispone di altri centrali, problema non marginale, visto che per la difesa a 4, c’è bisogno di almeno quattro centrali difensivi.  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Virus più sfuggente, in Puglia "il tracciamento salta" ma il sistema sanitario regge: non si escludono singoli lockdown

  • Covid, verso il nuovo Dpcm: coprifuoco tra le 22 e 23. Rischiano la chiusura parrucchieri, estetisti, cinema e teatro

  • "Che ore sono?", poi scatta la violenza: in cinque aggrediscono ragazzo in centro. "Togli la mascherina quando parli con noi"

  • In serata il nuovo Dpcm Conte: stretta sulla movida e ipotesi coprifuoco. A rischio sport dilettantisti, cinema e teatro

  • Conte firma il nuovo Dpcm: locali chiusi a mezzanotte, feste in casa massimo in sei e quarantena da 14 a 10 giorni

  • Coronavirus, quattro 'zone rosse' e 5 amaranto in Capitanata. Focolai rsa e covid-positivi in più della metà dei comuni

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FoggiaToday è in caricamento