Mercato Foggia, ancora nessuna ufficialità. Ma Greco e Frattali si avvicinano

Per l’estremo difensore del Parma ci sarebbe un accordo di massima. Vicino anche il ritorno del centrocampista che arriverebbe dalla Cremonese. Per la difesa piace Spolli

Le esigenze restano le stesse, ma di volti nuovi in Capitanata ancora non se ne vedono. Il mercato del Foggia viaggia a rilento, ma potrebbe anche non essere una notizia negativa. Certo, lo è per chi si aspettava annunci e presentazioni già dal 3 gennaio. Ma osservando l’andamento complessivo del mercato, tra serie A e cadetta, i movimenti che hanno ottenuto i crismi dell’ufficialità sono stati effettivamente pochi. Problema di liquidità per alcune società, costrette a liberarsi degli esuberi prima di poter pensare agli acquisti, oppure le poche necessità di riparare, o ancora l’idea di attendere i giorni più caldi. Nel caso del Foggia si può pensare che la prima e la terza opzione siano le più indicate. Effettivamente il budget a disposizione di Luca Nember non è di quelli faraonici: il monte ingaggi della rosa resta tra i più alti della categoria, ecco perché le entrate non possono essere svincolate dalle uscite. Insomma, ragioni tecniche ed economiche vanno a braccetto. E di ‘sti tempi è anche normale.

Tuttavia, come detto, le richieste avanzate da Padalino sono quelle: serve un nuovo portiere, assodata la fine della parentesi rossonera di Albano Bizzarri. E servono almeno due difensori e un centrocampista, se non due. Vederli tutti già a Carpi (si gioca sabato prossimo alle 15, ndr), a questo punto, è un po’ più difficile, ma non impossibile.

Anche perché, almeno per quanto riguarda il portiere, il Foggia le idee chiare se le è fatte: Nember ha un accordo sia con il Parma per l’arrivo di Frattali, sia con l’Udinese per Scuffett. Quest’ultimo aveva anche dato la disponibilità a scendere in Capitanata, ma la scelta del diesse rossonero è ricaduta sull’estremo difensore del Parma. Elemento di esperienza (è un classe 1986). Rumors da Foggia danno l’accordo in dirittura di arrivo, mentre da Parma si parla di richieste alte del giocatore, che intanto ieri ha disputato uno spezzone della sfida amichevole con il Ravenna. Poco trapela per quanto riguarda il reparto arretrato. Fornasier galleggia tra Foggia e Padova, ma non è l’unico nome. Da un paio di giorni si sta riparlando di Costa del Benevento, già cercato da Nember la scorsa estate. E poi c’è Spolli, che Nember conosce bene, avendolo avuto ai tempi del Chievo Verona. A frenare l’operazione gli alti costi. Il giocatore percepisce un ingaggio quasi proibitivo, e il Genoa non sembra propenso ad avallare una risoluzione anticipata del contratto che scade a giugno.

A centrocampo il nome in cima alla lista è sempre quello di Leandro Greco, che tornerebbe più che volentieri a Foggia. C’è però da sistemare Carraro, per il quale si sono registrati timidi interessamenti da parte di alcuni club di B, che potrebbero portare a qualcosa di concreto nei prossimi giorni. Oltre al già citato Mirko Gori (sul quale però il responsabile dell’area tecnica Ernesto Salvini sembra aver posto il veto specie dopo la cessione del veterano Soddimo proprio alla Cremonese), piace anche Crisetig, centrocampista di qualità scuola Inter. Operazione difficile per via della folta concorrenza. Resta in uscita Rizzo che piace ad alcuni club di B, mentre traballa la posizione di Busellato, per il quale al momento non ci sono offerte.

Non si muoverà neppure Olli Kragl. Sul tedesco, il presidente Fares ha chiarito la posizione della società: il giocatore sta bene a Foggia, ma in caso di offerta monstre (mai pervenute), è doverosa una riflessione. Tutto fermo in attacco. Gli eventuali innesti dipendono sempre e solo dall’eventuale cessione di Mazzeo. Salernitana e Catanzaro non sono andati oltre timidi approcci. La permanenza del numero 19 a oggi è pressoché sicura, così come è quasi certa la partenza di Gabriele Gori. L’attaccante farà ritorno in Toscana prima di andare a guadagnarsi un minutaggio più sostanzioso in un’altra squadra.

Sul fronte esuberi, si registra il passaggio di Francesco Fedato al Trapani. L’esterno offensivo, sotto contratto con i rossoneri fino al 2020, ha disputato la prima parte di stagione in prestito al Piacenza. Si è trasferito in Sicilia con la medesima formula. Probabile ritorno a Foggia anche per Stefano Tarolli e Giuseppe Sicurella. L’estremo difensore (7 presenze con la maglia della Virtus Francavilla) potrebbe essere girato in prestito a un altro club di serie C, oppure restare in rosa essendo peraltro un under. Per il centrocampista c’è da valutare la situazione della Pro Piacenza, club sull’orlo del fallimento, con dodici calciatori e due dirigenti che hanno già ottenuto lo svincolo d’autorità. Qualora dovesse decidere di lasciare il club, farebbe ritorno a Foggia per poi essere anche lui prestato a un’altra squadra.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Zona gialla in Puglia ipotesi "elevata". Verso il ritorno dell'autosegnalazione: "Magari con la prenotazione del tampone"

  • La nuova ordinanza di Emiliano sulle scuole in Puglia: "Quella che sto per emanare rinnova le disposizioni in vigore"

  • La Puglia diventa gialla: da domenica riaprono bar e ristoranti (fino alle 18) e via libera agli spostamenti tra comuni

  • Choc a Foggia, ragazza aggredita senza motivo in zona Sacro Cuore: "Ho avuto paura, sono scossa"

  • Tragedia sul lavoro in provincia di Foggia: agricoltore travolto e ucciso da un muletto

  • Tragedia sulla A14: uomo si toglie la vita lanciandosi da un ponte

Torna su
FoggiaToday è in caricamento