menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Sainz Maza e Sarno

Sainz Maza e Sarno

Calciomercato Foggia, Sainz Maza va al Pordenone: quale futuro per Sarno?

Lo spagnolo ha firmato il prolungamento del contratto fino al 2019, per poi passare in prestito alla squadra friulana. Obiettivi: Galano piace ancora, per la difesa c'è Simic. Quale futuro per Sarno?

Mentre la squadra si appresta a concludere il suo ritiro in quel di Castel di Sangro, Beppe Di Bari e Beppe Colucci continuano a lavorare per completare la rosa che affronterà la serie B, e sfoltire la lista degli esuberi. Nella giornata di ieri è stata perfezionata la cessione di Sainz Maza al Pordenone. L'attaccante spagnolo ha prima prolungato il contratto di un anno (scadeva nel 2018, ndr) per poi firmare con la squadra friulana, dove si è trasferito con la formula del prestito.

Quale futuro per Sarno?

Nella conferenza stampa tenutasi ieri pomeriggio mister Stroppa è stato chiaro: sugli esterni preferirebbe avere giocatori di gamba, oltre che tecnici. Requisiti che Vincenzo Sarno non possiede completamente, anche in considerazione dei problemi fisici (pubalgia) accusati la scorsa stagione. Ecco perché l'idea del tecnico brianzolo è quella di proporre, semmai, il numero dieci partenopeo come riferimento centrale. Ma ci sarebbe la concorrenza del titolarissimo Mazzeo e del neoarrivato Beretta. Ecco perché la posizione di Sarno, a oggi, continua a essere in bilico. Il giocatore ha mercato sia in b (il Parma ha fatto un sondaggio prima di ingaggiare Roberto Insigne, e la Salernitana potrebbe tornare alla carica) che in serie C, anche se il fantasista classe '88 difficilmente accetterebbe una squadra senza grosse ambizioni. 

Altre cessioni

Ufficializzate nei giorni scorsi le uscite di Tito (al Modena) e Narciso (alla Sicula Leonzio), si attendono novità per quanto riguarda Angelo. Il brasiliano, che ha da poco raggiunto la squadra a Castel di Sangro, è in attesa di un'offerta convincente, ma l'età (ha compiuto 36 anni un mese fa, ndr) e il lauto ingaggio hanno frenato ogni trattativa. Non è da escludere che si possa arrivare a una rescissione, soluzione che la società cercherà fino all'ultimo di evitare. Restano anche da risolvere le situazioni riguardanti Letizia, che piace a diverse squadre di Serie C, Pompilio (potrebbe andare in prestito), Quinto (vicino alla Fidelis Andria) e il portiere Sanchez, per il quale potrebbe esserci anche la risoluzione del contratto. Soluzione prestito anche per i giovani Dinielli, Martino e Lodesani i quali, in ogni caso, non occuperebbero gli slot degli over. Pertanto si procederà con relativa calma. 

Acquisti: da Galano a Simic

Anche se negli ultimi giorni se n'è parlato poco, Cristian Galano resta l'obiettivo principale del Foggia. Resta da trovare l'intesa tra le parti, ma da qui alla fine del mercato non sono da escludere colpi di scena. Nonostante gli arrivi di Fedato, Calderini (che Stroppa sembra voler riproporre come mezzala) e il ritorno di Floriano, la sensazione è che si continuerà a cercare un esterno offensivo, magari mancino da impiegare sulla destra. Intanto si cerca anche di inserire un altro tassello in difesa: il nome nuovo è quello di Stefan Simic, difensore centrale classe 1995, di proprietà del Milan - con cui ha vinto il Torneo di Viareggio nel 2014 - reduce dall'esperienza in Belgio con la maglia del Mouscron, con cui ha totalizzato 24 presenze e un gol. Simic vanta anche 10 presenze con la maglia della Nazionale Under 21 Ceca: è stato titolare lo scorso 21 giugno, nella gara vinta 3-1 dalla sua nazionale contro l'Italia di Gigi Di Biagio durante la fase a gironi degli Europei di categoria. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

FoggiaToday è in caricamento